Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconArte e Viaggi
line break icon

Pellegrinaggio alla casa di San Giuseppe da Copertino

San Giuseppe da Copertino

Valentini17 | CC BY-SA 3.0

Bret Thoman, OFS - pubblicato il 10/06/21

Una visita alla chiesa in cui visse e venne sepolto

Oggi al centro di Osimo c’è una grande chiesa francescana, gestita dai Frati Francescani Conventuali. San Francesco d’Assisi visitò Osimo due volte, nel 1215 e nel 1220. La chiesa venne costruita dopo che alcuni uomini della comunità si erano uniti all’ordine, e venne consacrata nel 1234.

Con la beatificazione di Giuseppe da Copertino (1753) e la sua imminente canonizzazione, i frati decisero di trasformare significativamente la chiesa del XIII secolo in base allo stile del XVIII.

Il corpo di San Giuseppe venne collocato sotto l’altare nel 1771, e la nuova chiesa venne consacrata dieci anni dopo. Il nome venne cambiato da chiesa di San Francesco a chiesa di San Giuseppe da Copertino. Nel 1796, Papa Pio VI elevò il titolo della chiesa alla dignità di basilica.

Oggi la chiesa ospita innumerevoli opere d’arte dei secoli XVIII e XIX. L’opera forse più famosa si trova nella sagrestia. È un grande dipinto di Mazzanti (1781) che ritrae San Giuseppe in estasi vedendo la Santa Casa di Loreto.

I resti mortali di San Giuseppe sono conservati nella cripta, costruita nel 1963, nel terzo centenario della morte del santo.

Sopra la sagrestia ci sono le stanze del santo, conservate nello stato originario. I visitatori possono vedere le tre stanze in cui ha dormito dal 1657 al 1663 e l’oratorio in cui celebrava ogni giorno la Messa.

San Giuseppe da Copertino è il santo patrono degli aviatori, dei piloti, degli studenti e di quanti soffrono di malattie e limitazioni mentali. Molti studenti chiedono la sua intercessione prima di prove ed esami.

  • 1
  • 2
Tags:
malattie mentalisanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni