Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 23 Settembre |
San Pio da Pietrelcina
home iconNews
line break icon

Il parroco cattolico a Gaza: “la più grande prigione a cielo aperto del mondo”

gaza-1.jpg

https://pixabay.com/photos/gaza-strip-palestine-3829379/

Francisco Vêneto - pubblicato il 18/05/21 - aggiornato il 18/05/21

Dei 2 milioni di abitanti, solo 1.077 sono cristiani, e appena 133 di loro sono cattolici

Nella Striscia di Gaza c’è un unico parroco cattolico: padre Gabriel Romanelli, membro dell’Istituto del Verbo Incarnato e parroco della chiesa della Sacra Famiglia, che di conseguenza è l’unica parrocchia cattolica della zona. In alcune dichiarazioni recenti all’agenzia ACI Prensa ha riferito che dei 2 milioni di abitanti della Striscia di Gaza solo 1.077 sono cristiani, e di questi soltanto 133 sono cattolici.

“La nostra parrocchia è una comunità piccola, ma bella e forte. Ci vengono anche gli ortodossi greci. Siamo 133 cattolici, contando i 13 religiosi della comunità del Verbo Incarnato. Ci organizziamo per entrare in contatto con le famiglie, perché la vicinanza spirituale e materiale della parrocchia venga sentita sia dai cattolici che dagli ortodossi, come anche dalle famiglie musulmane povere”.

Circa gli scontri attuali tra lo Stato di Israele e le milizie palestinesi di Hamas e del jihad islamico, padre Gabriel ha commentato:

“La situazione è molto negativa. Ci sono bombardamenti giorno e notte. In genere erano di notte, e la vita durante la giornata era più o meno normale, ma in questi giorni ci sono stati bombardamenti sia di notte che di giorno; missili dalla Striscia e altri che sono la risposta israeliana, con aviazione e carri armati. Anche quando si fermano il silenzio è strano. Fanno sentire la gente nell’occhio del ciclone”.

Cosa sta accadendo?

Le violenze attuali si sono verificate gradualmente da aprile, a partire da diversi conflitti tra gruppi di Palestinesi e di ebrei nazionalisti. L’escalation delle tensioni si è evoluta di fronte allo sfratto di alcune famiglie palestinesi da un quartiere di Gerusalemme sui cui immobili la Giustizia ha riconosciuto la proprietà a coloni israeliani.

La situazione si è ulteriormente aggravata con l’inizio del lancio di centinaia di razzi di Hamas contro Israele, che con un sofisticato sistema antimissili riesce a intercettare la maggior parte degli attacchi. Nonostante questo, alcuni razzi sono caduti su zone residenziali israeliane, ferendo e uccidendo dei civili.

A sua volta, Israele sta rispondendo con forti attacchi contro obiettivi strategici di Hamas e delle Brigate Al Quds, collegate al jihad islamico. In questi attacchi, però, sono stati feriti e uccisi anche centinaia di civili palestinesi, in numero molto superiore a quello dei morti e feriti tra gli ebrei israeliani.

Nessuna delle due parti si mostra disposta ad essere la prima a fermarsi.

  • 1
  • 2
Tags:
gazaisraeleparroco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni