Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 16 Maggio |
Sant'Isidoro
home iconChiesa
line break icon

Santa Zita, patrona delle impiegate domestiche

ZITA

Public Domain

José Miguel Carrera - pubblicato il 29/04/21

Era bersaglio frequente di derisioni e vessazioni da parte degli altri domestici

Patrona delle impiegate domestiche, Santa Zita viene celebrata dalla Chiesa il 27 aprile.

Nata nei pressi di Lucca nel 1218, dovette lavorare da quando aveva 12 anni in casa di una famiglia ricca in cui rimase per ben 48 anni.

Una tradizione popolare dice che una volta mise da parte per un po’ il lavoro in cucina per andare ad aiutare una persona bisognosa. Altri domestici della famiglia andarono a riferirlo ai padroni, ma quando questi diedero un’occhiata in cucina trovarono degli angeli che svolgevano il lavoro di Zita.

Al di là dei pii racconti, si sa che Zita iniziò ad avere una relativa libertà per aiutare i poveri, ma anche che era spesso bersaglio di derisioni e vessazioni da parte di altri domestici.

Durante un periodo di crisi economica e fame tra la popolazione, Zita iniziò a distribuire il suo cibo ai poveri. La fila di bisognosi era tale, però, che il racconto popolare dice che le riserve di grano della famiglia terminarono, ma quando i signori andarono a verificare trovarono i depositi inspiegabilmente pieni.

Abbondano i racconti sulla santità di Zita. Secondo uno di questi, una vigilia di Natale trovò un uomo che tremava di freddo alla porta della chiesa di San Frediano e gli prestò un mantello costoso che apparteneva a uno dei suoi padroni, ma alla fine della Messa, anziché restituire il mantello, l’uomo era sparito. Il padrone si infuriò con Zita, ma poco dopo un anziano forestiero restituì il mantello. Da allora, la porta di San Frediano venne chiamata Porta dell’Angelo.

La fama di santità di Zita si consolidò rapidamente dopo la sua morte, avvenuta il 27 aprile 1278.

I suoi resti riposano in una cappella della chiesa di San Frediano, a Lucca, a lei dedicata.

Santa Zita è venerata in molti Paesi come patrona delle impiegate domestiche.

Tags:
santi e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni