Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 03 Dicembre |
Blanca de Castilla
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Le 5 massime di Padre Pio per i tempi del coronavirus

PADRE PIO

© Adam Jan Figel - shutterstock

Il Timone - pubblicato il 22/04/21

Padre Pio non è solo un santo che portava le stimmate e presentava doni miracolosi, ma è anche un santo che visse anche nel periodo dell’influenza spagnola, una pandemia devastante verificatasi all’inizio del XX secolo. È confortante, in questo momento, avere santi che hanno vissuto periodi di malattia a cui rivolgersi per avere intercessione, di cui leggere parole ispiratrici di vita virtuosa. Padre Pio è uno di questi.

Padre Pio ha una relazione speciale con questo periodo di pandemia che stiamo vivendo poiché lui stesso ha contratto ed è sopravvissuto all’influenza spagnola, non molto tempo dopo aver ricevuto le stimmate. Padre Pio si è ripreso e ha continuato a vivere una vita sacerdotale molto fruttuosa dopo la malattia.

In una delle lettere di Padre Pio, scritta nel 1917 ad una delle sue figlie spirituali, Antonietta Vona, leggiamo: «Non abbiate paura di eventuali danni futuri che potrebbero accadervi in ​​questo mondo, perché forse potrebbero non accadervi affatto, ma in ogni caso se dovesse capitare, Dio vi darebbe la forza di sopportarlo … Se Dio ti lascia camminare sulle acque tempestose delle avversità, non dubitare… non aver paura. Dio è con te. Abbi coraggio e verrai salvato» (Lettere III , p. 833).

Nella stessa lettera, Padre Pio fornisce ad Antonietta anche alcune parole da imprimere nella sua anima: «Questo è quello che sento di doverti dire oggi nel Signore: per vivere una vita devota costantemente non c’è bisogno di fare altro che imprimere alcune massime eccellenti e generose nella tua anima». (Lettere III , p. 830)

Le cinque massime che le comunica in questa lettera sono le seguenti:

  • “Sappiamo, in tutto ciò, che Dio opera per il bene, con coloro che Lo amano” (Romani 8:28)
  • “Dio è nostro Padre”
  • “Ti è mai mancato qualcosa?” (Luca 22:35)
  • “Eternità”
  • “Mi glorio solo nella croce del mio Gesù.” (Galati 6:14)

Queste massime sarebbero da ricordare in ogni occasione, ma si può anche vedere il loro valore relazionate alla situazione di pandemia. Ad esempio, la verità che “Dio è nostro Padre” porta la consolazione che siamo sotto la cura della sua amorevole provvidenza e protezione e che, anche se dobbiamo superare situazioni difficili, Dio è con noi.

Un’altra frase che è giusto ricordare è la frase spesso ripetuta di Padre Pio: «Prega, spera e non preoccuparti». Queste parole possono servire come una sorta di motto e sono valide per qualsiasi momento della nostra vita, poiché siamo sempre chiamati a pregare, a confidare nel Signore e ad arrenderci alle nostre preoccupazioni.

Possa Padre Pio intercedere per noi e permetterci di vivere il momento presente nella presenza amorevole di Dio. Che noi si possa ascoltare le sue parole: «Il mio passato, o Signore, alla tua misericordia; il mio presente al tuo amore; il mio futuro alla tua provvidenza» – e renderle nostre, affidandoci alla protezione del nostro Padre celeste e alle preghiere della Madre di Dio.

➡️ IL PELLEGRINAGGIO CONSIGLIATO DA PADRE PIO PER I PENITENTI ⬅️

➡️ NELLA GALLERY, PERSONAGGI FAMOSI DEVOTI A PADRE PIO ⬅️

Qui l’articolo de Il Timone, la cui fonte è il National Catholic Register

Tags:
coronaviruspadre pio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni