Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 04 Febbraio |
San Giuseppe da Leonessa
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

I santi che camminavano con la testa tra le mani

BEHEADED

Public domain

Maria Paola Daud - pubblicato il 19/03/21

Non sono zombies, ma santi martiri chiamati cefalofori. Ce ne sono più di 50. Eccone alcuni

Anche se sembrano tirati fuori da un film di zombie, questi santi martiri cristiani camminarono portando la propria testa tra le mani dopo essere stati decapitati.

I cefalofori

Sono chiamati cefalofori, parola che deriva dal greco kefalos, testa, e foreo, portare. Cercandoli, sono rimasta stupita per il fatto che siano moltissimi, più di 50. In questa galleria ve ne mostriamo alcuni:

La maggior parte dei santi cefalofori risalgono dell’epoca dei primi cristiani, e per aver difeso la fede molti sono morti torturati in modo orribile.

I cefalofori, anziché cadere a terra ormai defunti, sono rimasti vivi per il tempo necessario per alzare la testa e camminare verso il luogo che avevano scelto per la loro sepoltura, o quello in cui più tardi è stata costruita una chiesa in loro onore.

Potremmo dire che essere decapitati era una sorta di “lusso”, riservato a persone con un certo rango, ad esempio cittadini romani, guerrieri o nobili, come si può vedere chiaramente con il martirio dei santi apostoli Pietro e Paolo.

Alcune teorie

Per molto tempo la teologia ha studiato questi fatti davvero curiosi, che hanno lasciato perplesso più di uno studioso.

Il fatto che un martire, dopo che gli era stata tagliata la testa, la andasse a cercare indica in qualche modo la sua professione di fede che ha l’ultima parola vittoriosa su una morte violenta.

Per alcuni studiosi, la rappresentazione dei santi cefalofori deriva dalla mitologia celtica. Non bisogna poi tralasciare fonti storiche importanti che raccontano alcuni di questi fatti. Ecco un esempio.

Un’omelia sui santi Gioventino e Massimino

San Giovanni Crisostomo ha affermato che la testa tagliata di un martire era per il diavolo più spaventosa di quando poteva parlare, e ha paragonato i soldati che mostravano le ferite ricevute nella battaglia ai martiri che sostenevano la testa tagliata tra le mani e la presentavano a Cristo.

Un’altra fonte si può trovare negli scritti della vita di uno dei santi cefalofori più noti, San Dionigi, primo apostolo di Parigi.

Tags:
santi e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni