Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 18 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconSpiritualità
line break icon

Guardare ciò che è sgradevole può aiutarvi più di quanto credete

file404 | Shutterstock

padre Carlos Padilla - pubblicato il 17/03/21

Riconoscere ciò che c'è di miserevole in noi e intorno a noi ci permette di avvicinarci maggiormente alla verità. Non consoliamoci con menzogne gradevoli che non riescono a placare la sete

Chi può sapere cosa muove il mio cuore? Solo Dio sa come sono dentro. Gli uomini vedono soltanto il mio volto, la mia oscurità o la mia luce, ma non mi vedono dentro, non riescono a navigare nella mia anima, non scoprono chi sono nel profondo. E io resto nudo davanti a Dio.

Spesso sento di vivere volendo mostrare un’immagine. Riflettere un ideale che sogno di raggiungere. Mi camuffo da saggio, da santo, da uomo grande, da persona audace.

Pretendo di avere tutto chiaro, e nascondo con passione il mio peccato, la mia debolezza, la mia ferita. È la capacità a cui ricorro molto spesso.

So di essere così, debole. So di non poter vivere lontano dalla luce, lontano dalla croce che si eleva per darmi vita. Come il sole che nasce all’orizzonte all’alba.

La sfida di vedere ciò che è difficile

Vorrei avere tutto più chiaro, che tutto fosse più sicuro, ma non so come mi sento molto debole. Non riesco a capire il senso di quello che mi succede.

Neanche Nicodemo comprendeva le parole di Gesù, ma lo cercava nell’oscurità della notte perché voleva conoscere la verità, voleva vedere la luce.

A volte preferisco le dolci menzogne piuttosto che le verità amare. Mi consolo con bugie gradevoli che non riescono a placare la mia sete, mettendo da parte le verità che possono lacerarmi il cuore.

Alzare lo sguardo verso il crocifisso mi porta a guardare la mia vita nella sua miseria, nel suo dolore.

Non voglio nascondere dalla mia vita ciò che non mi è gradito, né eludere le difficoltà, le rocce che sembrano bloccare i miei passi. Non lo voglio. Commenta David McCullough J.:

“Non salire sulla montagna perché il mondo ti veda, ma per poter vedere tu il mondo”.

  • 1
  • 2
Tags:
menzogna

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni