Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 27 Settembre |
San Vincenzo de Paoli
home iconArte e Viaggi
line break icon

Il crocifisso sopravvissuto agli attacchi dello Stato Islamico

IRAQ CRUCIFIX

Aid to the Church in Need UK

Lucien de Guise - pubblicato il 09/03/21

Trovato tra le rovine di una comunità cattolica caldea, è diventato un'icona di speranza per i cristiani iracheni


Mentre Papa Francesco si trovava in Iraq, ha visto senz’altro molti devoti, ma non tanti oggetti devozionali cristiani. Il livello di distruzione provocato dallo Stato Islamico è ancora sconcertante. Sette anni prima, questo è emerso in modo evidente nelle immagini di chiese profanate, crocifissi distrutti e statue della Madonna decapitate.

Ora che tempi relativamente pacifici sono tornati in questa terra biblica, c’è qualche possibilità di ricostruzione per quello che resta dei cristiani iracheni e della loro eredità. Buona parte di questo progresso è dovuto alle organizzazioni cattoliche, in primis Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS) del Regno Unito.

Il crocifisso recuperato

Di fatto, è stato uno degli emissari di ACS nel Regno Unito a riscattare una reliquia che ha dato speranza in un momento di scoraggiamento per i cristiani. Tra le rovine della chiesa di San Giorgio, nel villaggio cattolico caldeo di Baqofa, Stephen Rasche si è imbattuto in un crocifisso sopravvissuto agli attacchi iconoclasti dello Stato Islamico. Anche se nessuno conosce molto bene la storia del crocifisso, questo è diventato un’icona di fede e speranza indistruttibili.

Visto che il suo futuro in Iraq all’epoca era incerto, il crocifisso è stato inviato nel Regno Unito, e si trova nella cattedrale di Westminster. Anche se ufficialmente non è stata fatta pubblicità, ricordo di essere rimasto sorpreso dal numero di persone che hanno voluto vedere il crocifisso. Forse la sua precarietà attirava in mezzo allo splendore bizantino della cattedrale, ma preferisco pensare che ci sia stato qualche potere interiore ad attirare la gente.

IRAQ CRUCIFIX

Ritorno in Iraq

Il crocifisso è ora al sicuro in Iraq, ed è lo stesso faro di speranza che era nei giorni più oscuri del tentativo di genocidio dei cristiani e delle altre minoranze da parte dello Stato Islamico. In questo lasso di tempo, si sono susseguite delle iniziative per restaurare le città della Piana di Ninive.

Nella sua visita in Iraq, Papa Francesco ha visitato la regione, ed è stato gratificante sentire che anche la popolazione musulmana locale sta ricostruendo alcuni dei ponti metaforici che sono stati distrutti, insieme ad alcune chiese reali.

Museo virtuale

Questo crocifisso è stato mostrato nel 2017 in un’esposizione nella cattedrale di Westminster da parte del Museo della Croce, la prima istituzione dedicata alla diversità del simbolo più potente e di ampia portata della storia.

Dopo 10 anni di preparazione, il museo era quasi pronto ad aprire, ma la pandemia ha ostacolato i piani. La buona notizia è che il museo virtuale ha un account su Instagram in cui gli internauti possono apprezzare questo e altri tesori: @crossXmuseum.

Tags:
crocifissostato islamico
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
4
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni