Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconChiesa
line break icon

I Papi e Gandhi (I)

GANDHI+POPES

Korea.net-Peter Nguyen-Oscar Casares-Luis_Fernández-Laguna_1958-(CC BY 2.0)-Shutterstock

Ary Waldir Ramos Díaz - pubblicato il 03/02/21

San Giovanni Paolo II

Giovanni Paolo II “si è visto coinvolto in una lunga lotta per l’indipendenza politica dalla Germania nazista, e in seguito dal regime comunista guidato dall’Unione Sovietica. Gandhi è stato come un raggio di speranza che ha mostrato come la gente comune aveva il potere di liberarsi attraverso la non violenza strategica. Forse è questo che spiega perché, nella sua prima visita in India nel febbraio 1986, ha deciso di iniziare il suo ‘pellegrinaggio’ dalla tomba del Mahatma”:

INDIA
RANJAN BASU / AFP
“La mia visita in India è un pellegrinaggio di buona volontà e di pace, ed è la realizzazione del desiderio di conoscere personalmente l’anima stessa del vostro paese. È più che giusto che questo pellegrinaggio abbia inizio qui, al Raj Ghat, dedicato alla memoria dell’illustre Mahatma Gandhi, padre della Nazione e ‘apostolo della non-violenza’”.

Benedetto XVI

Papa Benedetto XVI ha sottolineato dal canto suo la centralità della persona umana nella comprensione e realizzazione della Pace. Padre Gonsalves rimarca che il Pontefice ha ricordato l’eredità di Gandhi citando le sue parole per “indicare che i diritti umani possono sfumare se si impiegano nozioni relativizzate della persona per esigere diritti senza responsabilità: ‘Il Gange dei diritti discende dall’Himalaya dei doveri’”.

Il salesiano ha anche spiegato che il Papa tedesco ha adottato il concetto della non violenza dandogli una prospettiva cristiana:

“La nonviolenza per i cristiani non è un mero comportamento tattico, bensì un modo di essere della persona, l’atteggiamento di chi è così convinto dell’amore di Dio e della sua potenza, che non ha paura di affrontare il male con le sole armi dell’amore e della verità. L’amore del nemico costituisce il nucleo della ‘rivoluzione cristiana’”.

Nell’ottobre 2011, scrive l’esperto, “Benedetto XVI ha accolto con calore Rajmohan Gandhi, nipote del Mahatma, in una giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo. Il luogo della celebrazione è stato Assisi”.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
gandhipapi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni