Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 24 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
home iconStile di vita
line break icon

2020: un Natale digital anche per gli acquisti

CHRISTMAS GIFTS

MNStudio - Shutterstock

Umberto Macchi - pubblicato il 07/12/20

Quando la tecnologia aiuta

Per noi cristiani, il Natale è sicuramente una delle feste più importanti: celebra la nascita di Gesù ed è un giorno di grande condivisione e di scambio. Uno scambio, e una dimostrazione di affetto, che avviene anche facendo dei regali alle persone care.

Ma è possibile riuscire a mantenere il focus sui valori cristiani senza farsi travolgere dalla consueta, folle corsa ai regali natalizi? È possibile dimostrare il nostro affetto senza cadere vittime di un consumismo online spicciolo e dannoso?

2020: un Natale digital

Il Covid-19 inciderà anche sul Natale, non ci sono dubbi, e per i processi di acquisto si confermerà una tendenza già in atto: un aumento dello shopping online e una diminuzione degli acquisti nei punti vendita fisici. In tanti sceglieranno uno shopping natalizio online a causa del “fattore sicurezza”: la pandemia ha infatti accelerato la transizione verso il mondo digitale. 

Negli ultimi mesi l’e-commerce e lo shopping online hanno subìto un boom esponenziale, diventando una preziosa risorsa per combattere la crisi economica e dando vita a una rivoluzione digitale inaspettata. Inutile negarlo: il digital marketing sarà la chiave vincente delle aziende di nuova generazione.

Lo shopping online e gli italiani: che cosa si compra, dove e perché

Nel 2020 si sono registrati 2 milioni in più di consumatori online. La nuova smart attitude ha dato una forte accelerata al trend dell’e-commerce e gli acquirenti online superano oggi i 19 milioni. 

I prodotti più acquistati sono: informatica ed elettronica (48%), abbigliamento e calzature (30%), farmaci da banco/parafarmaci o integratori (24%) e arredo/accessori per la casa (20%). Grande calo, ovviamente, nel settore viaggi e turismo, probabilmente il più colpito dalla crisi.

I primi canali online di riferimento per l’acquisto dei beni non alimentari sono i marketplace come Amazon o Ebay, seguiti dai negozi online specializzati in una categoria di prodotti e da shop online di negozi fisici. 

Perché si preferisce comprare online? Per la possibilità di acquistare 24 ore su 24, per evitare code e scegliere con più calma i prodotti, per ottimizzare i tempi, per comodità e perché non ci si può (o non ci si vuole) spostare da casa. 

Sobrietà e consapevolezza negli acquisti

Quest’anno, dunque, i regali di Natale si faranno soprattutto con un click online, ma questo non significa che non possano essere consapevoli e sensati. Basterebbe ricordare che fare un regalo, al di là del valore materiale che rappresenta, dovrebbe avere un valore reale ed essere un gesto di amore o di amicizia verso l’altro. 

Il motivo principale per cui facciamo un regalo a qualcuno dovrebbe essere far felice chi lo riceve: questo significa che forse sarebbe meglio cercare di fare un regalo “a lungo termine” piuttosto che voler stupire a ogni costo concentrandoci solo su cose tangibili.   

Un esempio? Fare un regalo esperienziale, come un abbonamento a una rivista o a un podcast, dei biglietti per il teatro o per una mostra, una gita fuori porta, una cena al ristorante o un film in anteprima da guardare insieme. Sicuramente sarà un dono che verrà ricordato con piacere, e non buttato in un angolo della casa dopo qualche giorno. 

Un’altra scelta consapevole e altruistica potrebbe essere quella dei regali solidali e sostenibili promossi da molti enti non profit. Questi non faranno felici solo parenti e amici, ma contribuiranno anche ad aiutare persone bisognose, animali in difficoltà, l’ambiente o fondazioni che sostengono progetti di solidarietà in tutto il mondo. Basta andare su Google, digitare “regali solidali” e scegliere quale, tra le tante associazioni, preferiamo o fa al caso nostro.

Accogliere il vero significato del Natale, condividendo la spiritualità tra chi dona e chi riceve, si può: anche nel 2020, ai tempi del coronavirus e dei regali online.

Tags:
nataleregali
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
7
LIBBY OSGOOD
Sandra Ferrer
Libby Osgood, la scienziata della NASA diventata suora
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni