Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 23 Giugno |
San Giuseppe Cafasso
home iconNews
line break icon

Una donna si siede su un altare con birra e sigaretta per scattare una foto per Instagram

Mulher senta em altar com cerveja e cigarro

Facebook Grupo Jovens Coragem, Icaraí de Amontada, CE (Reprodução)

Aleteia - pubblicato il 05/11/20 - aggiornato il 05/11/20

Un sacerdote si è rivolto all'autrice della profanazione: “Lei risponderà penalmente per vandalismo e mancanza di rispetto di un luogo sacro”

Una donna si siede sull’altare con birra e sigaretta per scattare una foto e postarla su Instagram. È stata identificata come una 23enne che ha su quella rete sociale il profilo @gatinhoderua_. A seguito delle ripercussioni negative della fotografia, che ha suscitato forte indignazione, ha ritirato l’immagine, eliminando poi anche il proprio profilo.

Non si tratta solo di un gesto patetico di mancanza di rispetto, è una profanazione.

Il fatto è accaduto nella parrocchia di Nossa Senhora dos Navegantes, a Icaraí de Amontada, nella diocesi di Itapipoca (Ceará, Brasile). Il blog cattolico Ancoradouro ha reso noto che la parrocchia terrà conto del fatto.

Secondo il blog, un sacerdote ha identificato l’autrice dell’atto e le ha inviato questo messaggio:

“Salve, signora T.A.C.C., tutto bene? Visitando la sua pagina Instagram dopo che alcune persone me ne hanno mandato il link mi sono accordo della sua mancanza di rispetto nei confronti della chiesa di Nossa Senhora dos Navegantes – non solo nei confronti del tempio fisico, ma anche verso i fedeli di questo distretto e di tutta la diocesi di Itapipoca-CE. Lei è entrata senza permesso, ha scattato foto indebite sull’altare, ha mancato di rispetto a un luogo santo e si è presa gioco della fede delle persone. Tutto questo è un CRIMINE! È invitata a ritrattare immediatamente, altrimenti risponderà penalmente di questo atto di vandalismo e di mancanza di rispetto nei confronti dei luoghi sacri”.

Il testo fa riferimento all’articolo 208 del Codice Penale Brasiliano, che prevede la detenzione fino a un anno per atti contro il sentimento religioso.

Tra i commenti sulle reti sociali, molti fedeli hanno ripetuto la stessa domanda:

“Perché tanti attacchi contro la Chiesa cattolica?”

Tags:
brasilechiesainstagramprofanazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
7
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni