Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 28 Febbraio |
Sant'Auguste Chapdelaine
home iconSpiritualità
line break icon

In Paradiso ci andremo tutti? Le risposte di alcuni grandi santi

Le Tintoret [Public domain]

Tintoretto, Il Paradiso

Marzena Wilkanowicz-Devoud - pubblicato il 17/09/20

Non è facile immaginare il Paradiso, né parlarne: spesso si preferisce evocare il Cielo, più accessibile (o perlomeno visibile). Ma come concepire questa vita eterna nella gloria di Cristo? Che significa “vivere in Cielo”? Se Fabrizio De André diceva che «l'inferno esiste solo per chi ne ha paura», noi siamo andati a indagare le opinioni di alcuni grandi santi.

La nozione di “Paradiso” resta essenzialmente teologica. Questo spiega forse perché preferiamo parlare di “Cielo” o di “vita eterna”. «Vivere in Cielo significa vivere con Cristo», ricorda infatti il Catechismo della Chiesa Cattolica fondandosi sulle parole evangeliche:

Questa è la vita eterna, che conoscano te, unico vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.

Gv 17,3

In realtà la parola “paradiso” proviene dal greco paradeisos e significa “giardino”. In senso teologico pieno e forte non appare che tre volte nella Bibbia, esclusivamente nel Nuovo Testamento. Così nel Vangelo secondo Luca Gesù crocifisso promette al buon ladrone che quello stesso sarà con lui «in Paradiso» (Lc 23,43). Nella seconda Lettera ai Corinzi, san Paolo si descrive come «rapito in Paradiso». È lì che avrebbe sentito «parole ineffabili, che la lingua umana non può ridire» (2Cor 12,4). In ultimo, nell’Apocalisse si promette a colui che combatte per Cristo che gusterà il frutto dell’albero della vita, che sta «nel paradiso di Dio» (Apoc 2,7).


immaginazione

Leggi anche:
Il Paradiso? Non riusciamo nemmeno ad immaginarlo!

Come possiamo fare, dunque, per comprendere oggi il Paradiso secondo i nostri criterî? Nel suo saggio Le paradis à la porte : essai sur une joie qui dérange (pubblicato in italiano da Lindau), il filosofo Fabrice Hadjadj invita a immaginare il Paradiso non

come una piatta eternità senza dramma né passioni, ma come una gioia esigente e dolorosa data dall’essere presenti a tutti e dal sapersi investiti di un Amore infinito.

Secondo lui, questa vita eterna non è per tutti: anche se Dio vuole che tutti ci vadano, non accederanno al Paradiso se non quanti si lasciano “scomodare” dalla gioia. Il gusto del paradiso è il sapore di questa gioia, qui e ora. L’autore conclude con queste parole: andare in Paradiso è «passare dalla notte della fede alla visione della gloria!».

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
paradisosanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni