Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

I 5 libri più belli della settimana scelti per le donne

MOM AND DAUGHTER
Photo by Liana Mikah on Unsplash
Condividi

I libri sono passabellezza, passalibertà, passavita, più che passatempo.

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Dove imperversano guerra, distruzione e miseria bisogna ricominciare dalle cose essenziali: i libri e i bambini.

Così deve aver ragionato Freshta Karim,

sofisticata e brillante attivista afghana

(che) … ha già le idee chiare su cosa possa essere utile al suo Paese, dopo quasi due decenni di guerra e alla vigilia di complicati colloqui di pace. Una carriera di conduttrice di trasmissioni radio e tv per ragazzi quand’era ancora adolescente, poi un master in politiche pubbliche a Oxford, nel Regno Unito, alla fine è tornata a Kabul e si è messa al lavoro. (Avvenire)

Per Forbes è una delle 30 leader under 30 più influenti al mondo nell’ambito dell’imprenditoria sociale. Il suo progetto?

due biblioteche mobili, allestite a bordo di due autobus, e una sala cinema su un terzo mezzo, in giro per le strade di Kabul. «Sono state già 140.000 le visite registrate, per noi è un grande risultato. Non appena la situazione sanitaria causata dal coronavirus migliorerà aggiungeremo altri bus», racconta. Lo ha fatto insieme a un gruppo di ragazzi – una quindicina, per la maggioranza donne – che conoscono bene la guerra per esperienza diretta e sanno quale impatto abbia su un’infanzia che, come per milioni di altri bambini afghani, è andata perduta prima ancora che potessimo viverla. Il dolore ci riunisce per fare la differenza». A bordo dei bus viaggiano un bibliotecario e il suo assistente, più l’autista che conduce il mezzo in scuole e diverse comunità della capitale. «Proponiamo libri, sessioni di letture di gruppo, giochi, momenti di riflessione. I bambini possono leggere, porre domande, giocare. È un luogo che li aiuta a diventare individui dalla mente aperta e questo porterà innovazione e sviluppo al Paese nel suo complesso. (Ibidem)

Da dove si riparte se non dall’umano? Dall’educazione, dalla bellezza, dai più piccoli? Cioè da tutti reparti naturalmente “improduttivi”? Così rinascono le civiltà, dai bambini e da chi legge loro storie. Ecco un’idea sana di ripartenza. Ed ecco il nostro regolare contributo di 5 titoli.

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni