Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Medico in pensione compie virtualmente il pellegrinaggio del Cammino nel proprio giardino e raccoglie 14.000 euro

walking
aroonroj.kul | Shutterstock
Condividi

Un ottimo modo per rimanere in salute e rispettare l’isolamento

Un medico irlandese in pensione sta raccogliendo fondi per l’organizzazione caritativa Trócaire completando una parte virtuale del Cammino di Santiago. Martin McMullan, 57, camminerà lungo il giardino di casa sua andando avanti e indietro fino ad aver percorso tutto il tragitto per coprire la distanza, seguendo una mappa per tenere la traccia di dove si troverebbe se compisse il pellegrinaggio reale.

The Irish News riferisce che McMullan è stato costretto a ritirarsi sette anni fa a seguito della diagnosi di un cancro del sangue incurabile. Nello sforzo di rimanere attivo si è unito al Rambling Retirees Walking Club della sua chiesa, un gruppo di camminatori che percorre tutta l’Irlanda, e progettava un pellegrinaggio estivo lungo il “Cammino Irlandese”, che si snoda lungo la valle di Boyne. Quando questi progetti sono andati in fumo per via dell’isolamento mondiale, McMullan ha avuto l’idea di farlo in modo virtuale.

“È stato un commento buttato lì duranta una chiamata via Zoom ai miei fratelli, in cui ho detto ‘Anziché farmi un regalo per il compleanno, potrei fare lo stadio successivo del Cammino nel mio giardino e voi potreste sponsorizzarmi’”.

McMullan ha misurato il suo giardino scoprendo che cinque giri equivalevano a un miglio, e ha poi iniziato a progettare il suo giro virtuale. Ha quindi detto che avrebbe coperto la parte del Cammino da Logroño a Burgos, e pensa di camminare 30 chilometri al giorno. Il Belfast Telegraph indica che per dare un po’ di autenticità all’impresa sua moglie gestirà un caffè virtuale quando raggiungerà le distanze in cui dovrebbe fare delle pause.

“So che il panorama potrebbe essere un po’ diverso, e probabilmente ripetitivo, ma voglio renderlo il più simile possibile all’impresa reale. Se piove piove, continuerò a camminare”, ha dichiarato.

Com’è tradizione per i pellegrini del Cammino, McMullan ha scelto un’organizzazione caritativa alla quale devolvere il denaro che raccoglierà con i suoi sforzi. Ha quindi avviato una raccolta fondi per sostenere l’organizzazione irlandese Trócaire con 500 sterline, ma la sua storia ha fatto sì che persone ed enti generosi ne donassero più di 12.000 (quasi 14.000 euro) fino a quando è stato redatto questo articolo.

“Mi rendo conto che i tempi sono difficili per molti, e potreste non trovarvi nella posizione di poter donare qualcosa. Capisco perfettamente. Intendo mettere le prime 100 sterline personalmente, e ovviamente sto risparmiando per i biglietti aerei, eccetera!”, ha scritto.

La raccolta fondi è ancora aperta. Se volete contribuire, visitate la pagina web in cui McMullan ha promesso di inserire aggiornamenti dopo ogni giorno della sua avventura virtuale.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni