Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il Notre Dame Folk Choir registra inni dall’isolamento

Condividi

Ogni membro del coro ha registrato la sua parte da casa

Con le chiese chiuse, il Notre Dame Folk Choir, uno dei principali cori liturgici dell’Università di Notre Dame (Indiana, Stati Uniti), non ha un luogo in cui cantare le proprie lodi al Signore ogni settimana. In questa situazione, alcuni ex membri del gruppo hanno deciso di tornare a esibirsi, pur se nell’isolamento.

Quindici ex membri del coro hanno registrato le proprie parti a casa, e tutti i video sono stati uniti a formare un coro per l’inno Lead, Kindly Light.

Nella descrizione del video hanno scritto:

“Pur se separati dalla distanza, siamo uniti dal canto. Ascoltate come degli ex membri del Notre Dame Folk Choir si uniscono come ensemble virtuale per cantare Lead, Kindly Light. Se in questo momento il futuro sembra decisamente incerto, dobbiamo confidare nel fatto che la luce di Dio ci guiderà nell’oscurità”.

Il Notre Dame Folk Choir si esibisce ogni domenica dell’anno accademico nella liturgia delle 11.45 nella basilica del Sacro Cuore. I membri hanno background accademici molto vari, ma condividono l’amore per la musica e il desiderio di esplorare, mettere in pratica e condividere la propria fede.

È stato molto bello vederli esibirsi in una serie di luoghi poco comuni. Ci è piaciuto soprattutto quando la prima solista ha scelto di cantare in macchina. Se l’abitacolo non offre una grande acustica, è sicuramente un ottimo luogo in cui isolarsi.

Siamo rimasti anche molto colpiti da quanto siano riusciti ad amalgarmarsi bene nel pezzo. Anche con una base di accompagnamento, è molto difficile essere precisi quando non c’è qualcuno a dirigere l’esibizione, ma le voci sembrano davvero una sola.

La performance non è sicuramente come quella dei concerti del coro, ma i cantori hanno offerto a tutti uno splendido inno di fede a chi è costretto a farne a meno per qualche tempo.

https://youtu.be/EQnVw5OLTzw

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni