Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Tra scherzo e curiosità, aumentano le attività occultiste. E i loro rischi

Por Vera Petruk/Shutterstock
Condividi

L’esorcista che ha ispirato il film “The Rite”, del 2011, ama citare Benedetto XVI: “Quando la fede diminuisce, cresce la superstizione”

Occultismo: molto più diffuso di quanto pensiamo

Richard Kyle offre una definizione semplice e moderna dell’occultismo: “In primo luogo l’occultismo è misterioso, va al di là della conoscenza comune. In secondo luogo è segreto e comunicato solo agli iniziati. In terzo luogo, l’occulto si riferisce al magico, all’astrologia e ad altre presunte scienze che sostengono la conoscenza del segreto, del misterioso o del soprannaturale”.

Fino a che punto è diffusa la convinzione nell’occultismo? Una ricerca della Gallup, nel 2005, ha rivelato che tre statunitensi su quattro credono nell’occultismo. Considerando che la nostra cultura offre un terreno fertile alla crescita del satanismo e delle pratiche occulte, osserviamo quello che abbiamo seminato in questo suolo ricettivo. Ted Baehr sottolinea il fatto ovvio che molti bambini non vengono allevati in un rapporto di intimità con Dio, ma in mezzo a influenze come Assassini per Natura, Halloween e Panico. Sarà un’esagerazione? Molto probabilmente no. Consideriamo le serie televisive degli ultimi anni: Vampire Diaries, True Blood, Buffy il Vampiro, Streghe, Sabrina vita da strega, solo per citarne alcune, o film di successo come L’Esorcista, Rosemary’s baby e The Craft, che impallidiscono a confronto con i film della saga di Twilight, con un fatturato lordo mondiale di 3,3 miliardi di dollari, e con i film di Harry Potter, che hanno guadagnato 7,7 miliardi di dollari. Possiamo anche ricordare giochi di ruolo di fantasia occultista come Dungeons & Dragons, del 1974, e i suoi tanti eredi, tutti legati al mondo della stregoneria.

Studi psicologici indicano che il 60% degli adolescenti con dipendenza chimica sostiene che la musica “death metal” sia il suo genere musicale preferito. I testi glorificano il satanismo e l’occultismo, l’anarchia, la violenza, l’abuso di donne e bambini, l’omicidio, le droghe, il suicidio, l’incesto, lo stupro e la necrofilia. Richard Ramirez, famigerato serial killer in una serie nota come Night Stalker, era ossessionato dalla band di heavy metal (o “death metal”) AC/DC (anche se ci sono controversie tecniche sulla precisione di catalogare questo gruppo come di death metal). I sanatisti adulti sono noti per il fatto di “reclutare” nuovi membri in show di questo tipo di musica e negli incontri degli amanti dei videogiochi.

Il dottor Baehr osserva che la maggior parte dei bambini esposti a satanismo e occultismo attraverso i media dell’intrattenimento non aderisce automaticamente a questi gruppi, ma la maggioranza diventa insensibile ai mali che vi vengono rappresentati, e una minoranza significativa finisce per spaventarsi e diventare paranoica. “Possono esserci conseguenze a lungo termine assistendo a materiale antisociale”, e “purtroppo dal 7% al 11% degli adulti e fino al 31% degli adolescenti dice di voler copiare quello che vede”, aggiunge.

Esiste anche un’altra forma in cui la nostra cultura può promuovere l’oppressione demoniaca. Come spiega padre Thomas, le persone attaccate dai demoni hanno spesso delle ferite nell’anima, perché hanno subìto abusi fisici o sessuali nell’infanzia, il che cambia la loro percezione della vita e di se stesse e la capacità di relazionarsi agli altri. “I demoni”, dice, “sono sempre alla ricerca di esseri umani con rapporti frammentati”. I demoni possono possedere o opprimere una persona attraverso i suoi sensi; hanno bisogno di un’apertura che renda la vittima vulnerabile. Le “aperture” più comuni, secondo padre Thomas, includono il vizio nella pornografia su Internet e l’uso di cocaina, metanfetamine e altre droghe che provocano allucinazioni.

L’opera Il Regno dell’Occulto, di Walter Martin e altri autori, traccia il profilo di adolescenti di sesso maschile attirati dal satanismo e dall’occultismo per il fatto di essere psicologicamente feriti, ribelli, edonisti e nichilisti, tossicodipendenti, solitari e con poco successo. Si sentono “impotenti, isolati e vittime”, e il satanismo dà loro una sensazione di controllo, di status e di appartenenza a un gruppo. Gli adulti sono attirati più spesso dai gruppi satanici per elitismo, segretezza, edonismo, pornografia, prostituzione e desiderio di acquisire poteri magici.

Dobbiamo aver paura?

Padre Thomas sottolinea che non dobbiamo temere gli attacchi demoniaci. Vostro figlio o vostro nipote che gioca a RPG e vostra figlia o vostra nipote che “ama” qualche personaggio di Twilight non si sveglieranno necessariamente con gli occhi fuori dalle orbite e parlando fluentemente l’aramaico.

Il sacerdote raccomanda quattro metodi quotidiani per proteggerci dagli attacchi demoniaci: una vita vissuta in base a una buona morale, vita preghiera, vita di fede e vita sacramentale. Faremmo tutti bene ad accettare questi suggerimenti.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni