Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il vescovo di 98 anni che ha vinto il coronavirus

ZHU BAOYU
Fair use
Condividi

Monsignor Zhu Baoyu, vescovo di Nanyang, è il paziente più anziano guarito dal virus

Il vescovo di Nanyang (Cina), monsignor Joseph Zhu Baoyu, ha 98 anni. Si è ammalato di coronavirus, il Covid-19, il 3 febbraio. Il 12 febbraio gli esami hanno dato esito negativo, e il 14 i suoi polmoni non erano più infettati.

ZHU BAOYU
Capture Peoples-daily-Fair use

Monsignor Zhu aveva altre patologie oltre al virus, come aritmia e versamenti pleurali, ed è guarito grazie a un catetere di drenaggio toracico. I medici e gli epidemiologi ritengono che il suo caso di ripresa sia eccezionale, visto che il virus è letale per gli anziani e per chi ha già un quadro clinico complicato.

Monsignor Zhu ha dovuto sopportare duri anni di prigionia e “lavoro rieducativo” insieme a una ventina di sacerdoti e a centinaia di suore della Congregazione di San Giuseppe.

Il 19 marzo 1995 è stato ordinato vescovo, e ha svolto il suo ministero fino a quando l’età e le condizioni di salute lo hanno costretto a ritirarsi.

Com’era inevitabile, il caso di monsignor Zhu ha commosso l’opinione pubblica cinese, e sta diventando un esempio di come vincere la malattia.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni