Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 25 Giugno |
San Giovanni Battista
home iconStile di vita
line break icon

10 motivi per cui non provo più la stessa passione nel mio matrimonio

WOMAN

Shutterstock | NATNN

Cecilia Zinicola - pubblicato il 06/02/20

L'insoddisfazione sessuale ha cause che possiamo trattare per migliorare la qualità dei rapporti con il coniuge

Il sesso nel matrimonio è un elemento che unisce. Si stima però che una coppia su tre abbia difficoltà. Quando c’è insoddisfazione e il desiderio è scarso, il rapporto peggiora, e le probabilità di un futuro insieme diminuiscono.

È importante sentirsi intimi e appassionati della persona che si ama, e per questo quando ci sono dei problemi bisogna agire. La terapeuta Michele Weiner-Davis sostiene che non bisogna rassegnarsi a fare l’amore senza passione o ad avere un rapporto privo di una vera intimità.

Se in questo momento non siete molto interessati al sesso, la prima cosa da fare è comprendere il motivo. Quando pensate ai tempi in cui le cose a livello sessuale andavano meglio, potete chiedervi cos’è stato della vostra passione e cosa può averla offuscata.

Comprendendo le cause, potrete iniziare a compiere dei passi per arrivare a sentirvi in una condizione di vera intimità con il coniuge. Trattandosi di una cosa così importante, la terapeuta offre alcune indicazioni e dice che bisogna farlo non solo per la persona che si ama e per il proprio matrimonio, ma anche per se stessi.

1 Bassa autostima

Molte volte le persone smettono di interessarsi al sesso quando smettono di sentirsi bene con se stessi, concretamente con il proprio corpo. Un’immagine corporea carente fa sì che una persona si possa sentire inibita, eviti gli incontri o sia talmente tesa da non divertirsi.

Se non si è in forma, una cosa che si può fare è proporsi di mangiare meglio e fare esercizio. I benefici si estenderanno al di là della vita sessuale: ci si vedrà meglio, ci si sentirà meglio e aumenteranno le possibilità di mantenersi sani.

2 Mancanza di dialogo

A volte il problema è il fatto che uno dei coniugi dà per scontato che l’altro conosca le sue preferenze, quello che gli dà fastidio o non gli piace. Pensa anche che se l’altro lo ama dovrebbe conoscere quelle cose. La realtà, però, mostra che col passare del tempo tutto può cambiare, e le cose si conosceranno solo se si mantiene al riguardo un dialogo fluido.

È importante poter parlare con il proprio coniuge dei gusti che si hanno, e in questo senso essere più specifici possibile. Non vi vergognate. All’inizio potrà sembrarvi strano essere tanto concreti circa l’intimità, ma il vostro coniuge non capirà le vostre necessità a meno che non gliele esprimiate.

3 Sentimenti negativi

La perdita del desiderio sessuale può essere dovuta a sentimenti negativi sul matrimonio in generale o sul coniuge in particolare. In genere lo si colpevolizza per qualcosa, e di fronte a questi sentimenti si smette di assumere le responsabilità di fare cose che possano migliorare la relazione.

Iscrivetevi a una formazione matrimoniale, imparate nuove capacità di comunicazione e metodi per la gestione dei conflitti, trovate un terapeuta che vi aiuti a trovare delle soluzioni, e se il vostro coniuge non si unisce a questi progetti fatelo voi. Ciò che conta è cercare delle risorse e uscire dal punto morto in cui vi trovate.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
matrimoniopassionerapporti affettivisesso
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni