Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Meditate sulla presenza di Dio dopo la Comunione!

COMMUNION
Pascal Deloche | GoDong
Condividi

Vi fermate per un attimo a realizzare che il Dio dell’universo è dentro di voi al momento della Comunione?

Spesso la familiarità con la Messa e con il fatto di ricevere la Comunione ci può rendere indifferenti nei confronti di quello che sta accadendo davvero.

Come cattolici, crediamo che Gesù stesso sia presente nell’Eucaristia in modo unico. Il suo corpo, il suo sangue, la sua anima e la sua divinità sono lì nell’Ostia consacrata, e quando riceviamo la Comunione stiamo accogliendo il Dio dell’universo nel nostro cuore.

Ci fermiamo mai a meditare su questa profonda verità?

Madre Mary Loyola, nel suo libro Welcome! Holy Communion, offre una breve meditazione su questa realtà che può aiutarci a risvegliare in noi lo stupore nei confronti di quello che accade nella Messa. A volte abbiamo bisogno di una piccola spinta per vedere i misteri divini che si svolgono e capire chi sta venendo dentro di noi al momento della Comunione.

Quanto sono vicino ora, quanto sono strettamente unito alla Fonte di ogni bene! Incrocio le mani sul petto e so che lì c’è tutto il bene.

Ed Egli è lì a condividere con me, come un vero innamorato, tutto ciò che ha e che è. Nel mio cuore c’è tutta la Sua Onnipotenza a proteggermi – “Riconoscete dunque che il Signore vostro Dio è Dio, il Dio fedele” (Deuteronomio 7).

Tutta la Sua Saggezza a guidarmi – “Dimora in me” (1 Re 22).

Tutta la Sua amorevolezza ad aiutarmi – “Non ti lascerò né ti abbandonerò” (Giosuè 1).

Tutta la Sua carità a riscaldarmi – “Il nostro Dio è un fuoco che consuma” (Ebrei 12).

Tutto il Suo zelo per accendere il mio, perché “l’amore del Cristo ci spinge” (2 Corinzi 5).

Tutti i Suoi tesori ad arricchirmi, perché “Egli che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per tutti noi, come non ci donerà ogni cosa insieme con lui?” (Romani 8).

Tutti i Suoi meriti da supplicare per me – “Vivendo sempre per intercedere per noi” (Ebrei 7).

Quanto mi è vicino tutto questo nei momenti estremamente preziosi dopo la Comunione! Non alla mia porta, non alla mia portata, ma nel mio petto. Aprimi allora la Tua mano, o Signore, e riempi la Tua creatura bisognosa di benedizioni riempiendola di Te.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.