Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 22 Settembre |
San Matteo
home iconChiesa
line break icon

8 modi per onorare il Santissimo Nome di Gesù in questo mese di gennaio

Fr Lawrence Lew-CC

Annabelle Moseley - pubblicato il 03/01/20

Cosa significa gennaio per i cattolici e come onorarlo in casa propria

Sapevate che nella Chiesa cattolica ogni mese dell’anno ha una tema devozionale specifico? Gennaio è il mese del Santissimo Nome di Gesù, ed è un momento ideale per rafforzare il nostro legame con lo splendido nome di nostro Signore. Tutti i nomi devono essere trattati con rispetto. Conoscete il significato del vostro? È interessante scoprirlo. Un nome è l’emblema della dignità della persona, ma il nome di Gesù in particolare dovrebbe essere tenuto nella massima considerazione, pronunciato e ascoltato solo in modo sacro.

Lo spendido nome “Gesù” significa “Dio salva”. Il nome di Gesù è quindi non solo quello del nostro Salvatore, ma per il suo significato afferma l’obiettivo della Sua esistenza, ricordandoci l’incredibile benedizione della salvezza. Diamo quindi grande onore a questo nome, e ricordiamo che il nome di Gesù in aramaico è “Yeshua”. È così che veniva chiamato nella Sua lingua originaria.

Proseguendo la nostra serie su come onorare il tema cattolico di ogni mese nella propria vita, ecco 10 modi in cui onorare il Santissimo Nome di Gesù a gennaio.

1 Non pronunciate il nome del Signore invano

Cambiate canale, spegnete la televisione o uscite dal cinema quando sentite il nome di Dio pronunciato invano, cosa diventata fin troppo frequente. Impegnatevi a non pronunciare mai il nome del Signore invano (è un ottimo proposito per l’anno nuovo!) e fare immediatamente riparazione se lo fate accidentalmente o se lo sentite fare. Come effettuare la riparazione? Un modo è avere a portata di mano questa preghiera: “Ammirevole è il nome di Dio”. Questa preghiera di lode del Santo Nome di Dio data a Suor Maria di San Pietro è anche una preghiera di riparazione per la blasfemia.

2 Chinate il capo quando sentite il nome di Gesù

Adottate la pia pratica (in passato più diffusa) di chinare il capo ogni volta he sentite il nome di Gesù (come dovremmo chinarci o genufletterci davanti alla Presenza Reale nel tabernacolo o fare il segno della croce quando passiamo davanti a una chiesa cattolica). La Scrittura ci dice: “Nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra” (Fil 2, 10). Il Concilio di Lione, del 1274, ha affermato: “Ciascuno dovrebbe realizzare in sé ciò che è scritto per tutti, che al Nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi; ogni volta che viene pronunciato il glorioso Nome, soprattutto durante i sacri misteri della Messa, chiunque dovrebbe piegare le ginocchia del cuore, cosa che può fare anche chinando il capo”. Questa devozione aiuta anche a fare ammenda per l’uso blasfemo del Santissimo Nome.

3 Decorate la vostra tavola

Decoratela con il bianco (la prima metà di gennaio è il periodo liturgico del Natale, rappresentato dal colore liturgico del bianco per la purezza) e con il verde (la seconda metà di gennaio inizia il Tempo Ordinario con il colore liturgico del verde a simboleggiare la speranza come seme che germoglia) e le lettere IHS, magari decorate. Potete farlo da voi con delle matite colorate, o con pennarelli dorati e argentati. IHS è un cristogramma (una combinazione di lettere che rappresentano il Santissimo Nome). San Bernardino, molto devoto al Santissimo Nome di Gesù, usava il monogramma del Nome di Cristo – le lettere “IHS” (circondate da raggi) – per la venerazione. Perché non fare lo stesso a casa vostra?

  • 1
  • 2
Tags:
gesù cristonome
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
7
SERENITY
Octavio Messias
4 suggerimenti contro l’ansia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni