Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 28 Settembre |
San Venceslao
home iconChiesa
line break icon

In un anno 1000 segnalazioni di abuso sono arrivate in Vaticano

Antoine Mekary | ALETEIA

Lucandrea Massaro - pubblicato il 20/12/19

Parla monsignor John Joseph Kennedy capo Ufficio della Sezione Disciplinare nella Congregazione per la dottrina della fede "Uno tsunami, siamo sopraffatti"

Quadruplicate rispetto a dieci anni fa, aumentate esponenzialmente da quando negli anni ’90 il caso esplose in Irlanda ed Australia, sono numeri impressionanti che mettono in difficoltà chi – in Vaticano – si adopera perché giustizia e cura vengano distribuite a chi le richiede. L’intervista a Monsignor Kennedy fatta da Associate Press, e ripresa dal Washington Post, ha ovviamente fatto il giro del mondo, ed è di un serietà e gravità incredibile, e certamente spiega meglio la decisione di Papa Francesco – presa meno di una settimana fa – di chiudere col segreto pontificio in questa materia. Tuttavia questo dato va inquadrato in una dinamica un po’ più ampia: il fatto che siano casi che spesso risalgono a molto tempo fa, che spesso un singolo sacerdote è responsabile di più abusi e che in generale dunque non siamo di fronte solo a denunce su fatti “nuovi”. Questo, è bene ribadirlo, non sminuisce il grave danno e la responsabilità dei vescovi delle diocesi, una responsabilità morale oltre che di volta in volta legale o patrimoniale.

La maggior parte delle accuse di abusi sessuali da parte di esponenti del clero provengono – spiega Today.it -, oltre che dagli Stati Uniti, da Argentina, Messico, Cile, Italia e Polonia.

Il danno di credibilità che la Chiesa si è autoinflitto, con una cultura di omertà e di scarsa trasparenza, avrà bisogno di una, forse due generazioni, prima di rimarginarsi. Il danno spirituale a chi ha subito abusi, e lo scandalo provocato in essi e nelle loro famiglie è davvero un peccato mortale.

Ma – come sottolinea giustamente il Corriere della Sera – “dando un’intervista in cui rivela numeri e altri dettagli sull’ufficio che si occupa delle denunce” si intuisce “un cambio di passo netto rispetto al passato, soprattutto su questi temi, dopo decenni di insabbiamento dei casi di abusi”.

Tags:
abusivaticano
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE FRANCIS
Gelsomino Del Guercio
10 tra le frasi e i gesti più discussi di Papa Francesco
2
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni