Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Che fare quando appare una scena di sesso mentre guardiamo la televisione con i bambini?

FAMILY,TELEVISION,HOME
Shutterstock
Condividi

Il consiglio migliore: mantenere la calma

Molti film e varie serie sono pieni di scene di sesso, se non esplicito almeno implicito. Vi siete mai chiesti se, dovendo scegliere, preferireste che vostro figlio vedesse un film con scene di violenza o di sesso? Molti preferirebbero la prima opzione, il che è paradossale.

La sessualità è gradevole, mentre la violenza non lo è affatto. Il sesso che si mostra al cinema, però, non è qualcosa di positivo, e il problema è questo. Sullo schermo, in genere viene presentato come un sostituto istantaneo di quello che dovrebbe essere l’elemento più prezioso: l’amore.

I bambini hanno bisogno di una spiegazione tranquilla

Anche se dovremmo parlare con i nostri figli del sesso abbastanza presto, i genitori spesso rimandano la trattazione di questo “argomento sgradevole” fondamentalmente per la propria vergogna e perché non sanno come farlo.

Capita, così, che i bambini affrontino per la prima volta i temi relativi alla sessualità nei corridoi della scuola, sul cellulare, sul computer, in televisione… In quel momento, si affrontano stimoli forti, che alla loro età non sono in grado di gestire.

E allora cosa succede se c’è una scena di sesso nel film che stiamo vedendo con i nostri figli?

Natasha Ropret, terapeuta matrimoniale e familiare, consiglia di rispondere con calma. Il bambino si può sentire emotivamente schiacciato, perché può rispondere al contenuto sessuale con commozione e negazione, preoccupandosi al contempo perché questo contenuto è proibito, e al contempo è attraente ed eccitante.

Una spiegazione appropriata e tranquillizzante del fatto che si tratta di un rapporto tra due adulti e che quel contenuto non è adatto alla sua età risparmierà al bambino la vergogna e il senso di colpa che altrimenti sopraggiungerebbero. Nel caso di una scena di sesso inattesa, quindi, non bisogna lasciarsi prendere dal panico, ma parlare col bambino dei suoi sentimenti e delle sue esperienze.

Sesso felice o solo piacere?

È importante che l’adolescente o il bambino possano distinguere criticamente tra la sessualità sana, che arricchisce il rapporto tra due persone, le collega, le renda felici e dà alla luce una nuova vita, e una sessualità che si mostra unicamente come ricerca del piacere.

Natasha Ropret aggiunge che “l’esposizione precoce a un’immagine distorta della sessualità, che i giovani non possono inserire in un contesto semantico, mentre regolano i propri sentimenti e il loro corpo, può portare a disfunzioni sessuali nei bambini, disagio nelle bambine e problemi di intimità in entrambi i sessi, e a volte perfino renderli dipendenti dalla pornografia. Come qualsiasi dipendenza, offre un’opportunità poco sana per scollegarsi dal mondo reale e dopare il cervello, spesso congestionato, dell’adolescente”.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.