Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Una preghiera da recitare quando si fa il segno della croce con l’acqua santa

HOLY WATER FONT
Fred de Noyelle | Godong
Condividi
La maggior parte delle volte, quando immergiamo le dita nell’acquasantiera, in chiesa o a casa, facciamo semplicemente il segno della croce e proseguiamo sulla nostra strada.

Fare il segno della croce con l’acqua santa è una preghiera in sé, e chiede alla Santissima Trinità di circondarci di protezione e grazia.

C’è anche una preghiera ulteriore che si può recitare (anche se non è richiesta), tratta dal Golden Manual. È una breve preghiera ripresa direttamente dal Salmo 51, e riassume perfettamente il simbolismo che si ritrova nell’usare l’acqua santa per fare il segno della croce.

Nella teologia cristiana, l’acqua è sempre vista come un mezzo di purificazione, e quindi ogni volta che la usiamo chiediamo a Dio di purificarci. Ecco una preghiera opzionale che può portare a un’esperienza più profonda quando immergiamo le dita nell’acquasantiera:

“Purificami con issopo e sarò mondo; lavami e sarò più bianco della neve. Crea in me, o Dio, un cuore puro, rinnova in me uno spirito saldo”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni