Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Regalate una preghiera a Papa Francesco per i suoi 50 anni di ordinazione sacerdotale

PAPIEŻ FRANCISZEK PODCZAS MODLITWY
Instagram/EAST NEWS
Condividi

Il Pontefice li festeggerà il 13 dicembre

La rete sociale di preghiera Hozana ha lanciato la campagna “Un regalo comune” per pregare per Papa Francesco in occasione del 50° anniversario della sua ordinazione sacerdotale, il 13 dicembre prossimo.

Lunedì 2 dicembre, in occasione dell’udienza a un gruppo di imprenditori francesi, Thomas Delenda, fondatore e responsabile di Hozana, associazione animata da laici cattolici, ha consegnato al vescovo di Roma un gigantesco biglietto di auguri ricordando tutte le persone che stanno pregando per lui.

Il regalo ha un “conto spirituale aperto”, così che tutti i fedeli che lo desiderano possano donare una preghiera per il Successore di Pietro – un attivo spirituale che vale più di mille lingotti d’oro. Secondo gli organizzatori, non si può offrire al Papa un regalo migliore delle nostre preghiere.

“La preghiera è un dono che riceviamo gratuitamente; è dialogo con Lui nello Spirito Santo, che prega in noi e ci permette di rivolgerci a Dio chiamandolo Padre, Papà, Abbà”, ha affermato il Pontefice nella Messa di Pentecoste del 2014.

La guida spirituale della barca di Pietro ha bisogno di preghiere per seguire la direzione dettata dallo Spirito Santo. San Giovanni della Croce diceva:

“L’anima che vince la potenza del demonio non potrà riuscirci senza preghiera, né potrà comprendre i suoi inganni senza mortificazione e senza umiltà”.

Il Papa dice sempre “Pregate per me”, perché esistono minacce concrete per la Chiesa. Lo fa nell’Angelus domenicale, al termine degli incontri in Vaticano e nelle visite pastorali in tutto il mondo, e anche con fedeli e amici che incontra in Piazza San Pietro.

Papa Francesco considera la preghiera dei cristiani l’incoraggiamento della Chiesa, e nel libro “La preghiera. Il respiro della vita” sostiene che sia il nostro “Sì” al Signore e al suo amore e il fatto di accogliere lo Spirito Santo, che effonde instancabilmente amore e vita su tutti noi.

Parlando con franchezza a un gruppo di 24 gesuiti di Mozambico e Madagascar dell’assedio del male al suo pontificato ha detto: “È importante che la gente preghi per il Papa e per le sue intenzioni. Sono tentato e molto assediato: solo la preghiera del suo popolo può liberarlo, come si legge negli Atti degli Apostoli”.

“Penso che dobbiamo insegnare alla gente la preghiera di intercessione, che è una preghiera di coraggio, di parresia”, ha aggiunto.

Hozana è un’associazione con la missione di incoraggiare la preghiera atraverso tutti i mezzi, soprattutto riunendo una grande comunità di persone oranti su Internet. Attualmente vi aderiscono più di 330.000 persone al mondo, e il suo motto è “Un cristiano solo è un cristiano in pericolo!”

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni