Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 11 Maggio |
home iconSpiritualità
line break icon

Un modo per leggere l’Inno alla Carità che cambia la vita

PLAYFUL

Damian Gadal | Flickr CC BY 2.0

Anna O'Neil - pubblicato il 16/11/19

Pensavo sempre di avere un po' paura di Dio, ma è qualcos'altro che devo temere...

Conoscete sicuramente quel passo della Lettera ai Corinzi che quasi chiunque sa a memoria, non fosse altro per tutte le volte che l’ha sentito recitare nei matrimoni:

“La carità è paziente, è benigna la carità;
non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia,
non manca di rispetto, non cerca il suo interesse,
non si adira, non tiene conto del male ricevuto,
non gode dell’ingiustizia, ma si compiace della verità.
Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.
La carità non avrà mai fine”.

Sono parole che conosciamo così bene (1 Corinzi 13, 4-8) da sapere già cosa significano. “Siate più caritatevoli!”, “Siate gentili, siate umili, smettete di serbare rancore!”

I cristiani dovrebbero amarsi a vicenda, e qui abbiamo un rapido accenno alla situazione che si verifica quando si vuole bene a qualcuno.

È un’interpretazione corretta, ma penso che se vogliamo applicare subito questo passo a noi stessi rischiamo di essere precipitosi.

Dovremmo amare, ma perché dovremmo essere come Cristo, come Dio che è Amore.

Ho riletto il passo più volte, non come una lista della spesa dei modi in cui non sto vivendo il mio dovere di amare, ma come descrizione della personalità di Dio. È una piccola modifica, ma ha cambiato totalmente il mio modo di pregare.

Dio è paziente, è benigno.
Non invidia, non si vanta, non è orgoglioso.
Non manca di rispetto, non cerca il suo interesse.
Non si adira, non tiene conto del male ricevuto.
Dio non gode dell’ingiustizia, ma si compiace della verità.
Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.
Dio non avrà mai fine.

Non cambia tutto?

  • 1
  • 2
Tags:
caritaleggeresan paolo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
ROSES, TERESA LISIEUX
Annalisa Teggi
Novena delle rose, 5 storie di chi ha ricevuto una carezza da San...
7
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni