Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 15 Maggio |
Sant'Isidoro
home iconSpiritualità
line break icon

Cosa rispondere quando un evangelico chiede “Vuoi accettare Gesù?”

RUCHY CHARYZMATYCZNE

Shutterstock

Arcidiocesi di San Paolo - pubblicato il 16/10/19

Padre Cido Pereira spiega il senso di questa domanda e dà una risposta ispirata

Nella sua rubrica sul quotidiano O São Paulo, dell’arcidiocesi brasiliana di San Paolo, padre Cido Pereira ha risposto a questa domanda di una lettrice:

“Padre, vorrei sapere cosa rispondere agli evangelici quando chiedono: ‘Vuoi accettare Gesù?’”

Ecco la risposta del sacerdote:

Chi mi pone questa domanda è Maria das Graças Ribeiro, del quartiere di Lapa.

Maria das Graças, chi chiede a un cattolico se vuole accettare Gesù in realtà non vuole chiedergli quello. In fondo vuole fare due cose:

Primo: giustificare la sua fuga dalla Chiesa in cui è nato ed è stato battezzato. Vuole trovare una scusa per giustificare il fatto di aver abbandonato la fede che ha ricevuto da piccolo.

Secondo: chi chiede a un cattolico se vuole accettare Gesù in fondo sta dicendo: “Non vuoi fare quello che ho fatto io? Non vuoi abbandonare la tua Chiesa per venire nella chiesa che ho trovato ora per il fatto di non aver vissuto la mia fede cattolica?”

Cosa rispondere? Molto semplice: dica all’evangelico che ha già accettato Gesù da molto tempo. Ha accettato Gesù da piccola e continua ad accettarlo ora che è cresciuta. Ha accettato e continua ad accettare Gesù nelle preghiere che ha imparato a casa e negli incontri di preghiera della sua comunità. Ha accettato e accetta Gesù nel Vangelo che legge e ascolta in tutte le Messe a cui partecipa.

Ha accettato e accetta Gesù nei piccoli e nei poveri che accoglie. Ha accettato Gesù nel Battesimo che ha fatto di lei una figlia di Dio; nella Cresima, che l’ha consacrata alla missione; nell’Eucaristia, in cui Gesù si dona a lei nella Comunione; nella Penitenza, in cui Gesù le restituisce la dignità di figlia di Dio; nel matrimonio, in cui Gesù ha benedetto il suo amore; nell’unzione dei malati, in cui Gesù l’ha curata.

Concluda la conversazione restituendo l’invito: “Torna a casa, fratello mio! Il tuo posto nella famiglia cattolica è vuoto. Accetta Gesù con me, nella Chiesa Cattolica e Apostolica Romana”.

Dio benedica te e la tua famiglia, sorella mia.

Tags:
cristiani evangeliciGsù
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni