Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Cosa rispondere quando un evangelico chiede “Vuoi accettare Gesù?”

RUCHY CHARYZMATYCZNE
Shutterstock
Condividi

Padre Cido Pereira spiega il senso di questa domanda e dà una risposta ispirata

Nella sua rubrica sul quotidiano O São Paulo, dell’arcidiocesi brasiliana di San Paolo, padre Cido Pereira ha risposto a questa domanda di una lettrice:

“Padre, vorrei sapere cosa rispondere agli evangelici quando chiedono: ‘Vuoi accettare Gesù?’”

Ecco la risposta del sacerdote:

 

Chi mi pone questa domanda è Maria das Graças Ribeiro, del quartiere di Lapa.

Maria das Graças, chi chiede a un cattolico se vuole accettare Gesù in realtà non vuole chiedergli quello. In fondo vuole fare due cose:

Primo: giustificare la sua fuga dalla Chiesa in cui è nato ed è stato battezzato. Vuole trovare una scusa per giustificare il fatto di aver abbandonato la fede che ha ricevuto da piccolo.

Secondo: chi chiede a un cattolico se vuole accettare Gesù in fondo sta dicendo: “Non vuoi fare quello che ho fatto io? Non vuoi abbandonare la tua Chiesa per venire nella chiesa che ho trovato ora per il fatto di non aver vissuto la mia fede cattolica?”

Cosa rispondere? Molto semplice: dica all’evangelico che ha già accettato Gesù da molto tempo. Ha accettato Gesù da piccola e continua ad accettarlo ora che è cresciuta. Ha accettato e continua ad accettare Gesù nelle preghiere che ha imparato a casa e negli incontri di preghiera della sua comunità. Ha accettato e accetta Gesù nel Vangelo che legge e ascolta in tutte le Messe a cui partecipa.

Ha accettato e accetta Gesù nei piccoli e nei poveri che accoglie. Ha accettato Gesù nel Battesimo che ha fatto di lei una figlia di Dio; nella Cresima, che l’ha consacrata alla missione; nell’Eucaristia, in cui Gesù si dona a lei nella Comunione; nella Penitenza, in cui Gesù le restituisce la dignità di figlia di Dio; nel matrimonio, in cui Gesù ha benedetto il suo amore; nell’unzione dei malati, in cui Gesù l’ha curata.

Concluda la conversazione restituendo l’invito: “Torna a casa, fratello mio! Il tuo posto nella famiglia cattolica è vuoto. Accetta Gesù con me, nella Chiesa Cattolica e Apostolica Romana”.

Dio benedica te e la tua famiglia, sorella mia.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni