Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 04 Dicembre |
San Giovanni Damasceno
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Cosa dicono alla Chiesa i santi di Papa Francesco?

POPE SAINTS

Manfredo Ferrari/CC BY-SA 4.0 | Public Domain | Public Domain

Tom Hoopes - pubblicato il 15/10/19

Oltre agli 813 martiri di Otranto, questo Pontefice ha canonizzato 55 santi "singoli", dandoci quindi 55 modelli di santità con messaggi specifici

Con le cinque nuove canonizzazioni del 13 ottobre, nel corso del suo pontificato Papa Francesco ha donato alla Chiesa 55 nuovi santi “singoli”, a cui si aggiungono gli 813 martiri di Otranto.

La canonizzazione non è semplicemente la dichiarazione per la quale qualcuno è ora in cielo, ma il modo della Chiesa per dire “Questa persona dovrebbe essere un modello per i cattolici di oggi”.

Perché Papa Francesco sta proponendo queste persone come modelli? Il modo migliore per capirlo è prendere in considerazione le sue parole…

San John Henry Newman

Università, siate fedeli!

Francesco ha detto a una delegazione della Notre Dame University in America che bisogna concentrarsi sulla “coraggiosa testimonianza delle università cattoliche nei confronti dell’insegnamento morale della Chiesa e della difesa della libertà di sostenere tali insegnamenti, in quanto proclamati con autorità dal magistero dei Pastori”.

L’idea di università di Newman, menzionata in occasione della sua beatificazione, ha anticipato la costituzione della Chiesa sull’istruzione superiore, Ex Corde Ecclesiae, il cui 30° anniversario si celebrerà l’anno prossimo.

JOHN HENRY NEWMAN
Emmeline Deane | Public Domain

Santa Teresa di Calcutta

Difesa dei concepiti

Nella sua omelia per la canonizzazione di Madre Teresa, Papa Francesco ha lodato la sua azione missionaria e il suo servizio ai poveri, ma ha anche sottolineato che “si è impegnata in difesa della vita proclamando incessantemente che «chi non è ancora nato è il più debole, il più piccolo, il più misero»”

Madre Teresa ha portato il suo messaggio a difesa della vita sia alle Nazioni Unite che al Congresso degli Stati Uniti.

Sant’Antonio Primaldo e 812 compagni

Speranza in mezzo alla persecuzione islamista

Canonizzando i laici cattolici decapitati dagli invasori ottomani nel 1480, Papa Francesco ha chiesto a Dio “di sostenere tanti cristiani che, proprio in questi tempi e in tante parti del mondo, adesso, ancora soffrono violenze, e dia loro il coraggio della fedeltà e di rispondere al male col bene”.

Il Pontefice ha spesso sottolineato il numero senza precedenti di martiri nel mondo oggi, e la “cristianofobia” che rappresentano.

Antonio Primaldo
Laurent Massoptier | Flickr CC by 2.0

San Junípero Serra

Evangelizzare nonostante le critiche

Papa Francesco ha sottolineato che i cristiani, anziché sembrare imporre nuovi doveri, dovrebbero apparire persone che desiderano condividere la propria gioia, che segnalano un orizzonte bello e offrono un banchetto desiderabile. “La Chiesa non cresce per proselitismo ma “per attrazione””.

Cominciando con la sua prima esortazione apostolica, Evangelii Gaudium, Papa Francesco ha reso l’evangelizzazione una pietra miliare del suo pontificato.

Santi Louis Martin e Marie-Azélie Guérin Martin

Promuovere le vocazioni in famiglia

“I santi coniugi… hanno vissuto il servizio cristiano nella famiglia, costruendo giorno per giorno un ambiente pieno di fede e di amore; e in questo clima sono germogliate le vocazioni delle figlie, tra cui santa Teresa di Gesù Bambino”, ha affermato Papa Francesco nella sua omelia di canonizzazione.

Il Pontefice ha dedicato molti sforzi a promuovere le vocazioni nel corso del suo pontificato, a partire dalla prima Giornata Mondiale della Gioventù.

LOUIS AND ZÉLIE
Public Domain

Santi José Luis Sánchez del Río e Salomone Leclercq

Affrontare il secolarismo violento con la pace

“Questo è lo stile di vita spirituale che ci chiede la Chiesa: non per vincere la guerra, ma per vincere la pace!”, ha detto il Santo Padre alla canonizzazione di queste due vittime dei secolaristi – il Governo anticattolico messicano e i rivoluzionari francesi.

San Paolo VI

Essere aperti alla vita

È significativo che Papa Paolo VI sia stato canonizzato in occasione del 50° anniversario dell’enciclica Humanae Vitae.

“In un momento in cui si poneva il problema della crescita demografica, ebbe il coraggio di difendere l’apertura alla vita nella famiglia”, ha detto parlando di lui a Manila. “Guardò i popoli della Terra, e vide questa minaccia della distruzione della famiglia per la mancanza dei figli”.

Francesco ha canonizzato anche altri due papi. Alla loro canonizzazione ha affermato: “San Giovanni Paolo II è stato il Papa della famiglia”, e “nella convocazione del Concilio san Giovanni XXIII ha dimostrato una delicata docilità allo Spirito Santo”.

POPE PAUL VI
Public Domain

Santi Francisco e Jacinta Marto

Evitare l’Inferno

Nella Messa di canonizzazione dei due pastorelli più giovani che hanno visto Nostra Signora di Fatima, Papa Francesco ha detto: “Ella, presagendo e avvertendoci sul rischio dell’inferno a cui conduce una vita – spesso proposta e imposta – senza Dio e che profana Dio nelle sue creature, è venuta a ricordarci la Luce di Dio che dimora in noi e ci copre”.

Il 100° anniversario delle apparizioni di Fatima è giunto dopo l’Anno della Misericordia, e ha espresso chiaramente il pericolo di rifiutare la via della misericordia.

Tags:
chiesapapa francescoSanti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni