Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Mettono in fuga il ladro, come una normale famiglia di supereroi

© Disney / Pixar
Condividi

Siamo in Sardegna, a Budoni, nella costa orientale dell'isola. Al ritorno dalla spiaggia una famiglia sorprende in flagrante il ladro, un uomo di 61 anni del posto. Prima dell'arrivo delle forze dell'ordine ci pensano i bambini a neutralizzarlo.

Ho pensato immediatamente al film d’animazione Gli Incredibili quando la collega Annalisa Teggi ci ha segnalato questa piccola, stupefacente notizia. Così la riporta l’Ansa.

NUORO, 24 LUG – È stato un brutto ritorno a casa da una passeggiata in bicicletta quello di una famiglia valdostana, che da qualche giorno sta trascorrendo le proprie vacanze estive sul litorale di Budoni (Nuoro), dove ha preso in affitto un appartamento poco distante dal centro del paese. Rientrata a casa, la famiglia – una coppia di 40enni e due figli di 12 e 7 anni – ha trovato uno sconosciuto, che stava rovistando nell’armadio. Dopo una piccola colluttazione il ladro, un 61enne del posto, è stato fermato in attesa dell’arrivo dei Carabinieri che lo hanno arrestato per tentato furto in abitazione.
E’ stata la donna a scoprire il ladro in casa. L’uomo ha tentato la fuga, prima chiudendo la porta della camera poi cercando di scappare dalla finestra. I due ragazzi però, senza alcun timore, lo hanno bloccato: la 12enne ha chiamato il 112, mentre il bambino di 7 anni ha sbarrato la strada al ladro, rallentando la sua corsa tanto da permettere al padre di raggiungerlo e agguantarlo. (ANSA)

Il fatto risale a qualche settimana fa, ma il tutto è avvenuto nel clima estivo e, per i più fortunati, di vacanza che perdura anche ora, in pieno agosto. D’estate le famiglie, quando possono, si prendono un periodo di riposo e svago e lo trascorrono insieme al mare o in montagna (anche il nostro Benaco è una meta preferita da tanti!). Così ha fatto questa normale (ne siamo proprio sicuri?) famiglia della Valle d’Aosta.

Per i bambini spesso è un momento privilegiato per godersi qualche avventura magari proprio insieme alla mamma e al papà, che durante l’anno il lavoro, le preoccupazioni e la stanchezza reclamano per sé. E fino ad una certa età i genitori sono praticamente dei supereroi: sanno tutto, risolvono ogni tipo di problema, ci consolano di ogni dispiacere e sono bellissimi.

In questa piccola storia straordinaria sono stati proprio i più piccoli ha sfoderare per primi i loro super poteri: la ragazzina, di dodici anni appena, probabilmente con lo smartphne in mano tipo protesi – come è abitudine tra i suoi coetanei – ha subito chiamato le forze dell’ordine. Il più giovane tra Gli Incredibili in incognita versione vacanziera si è invece dato da fare per bloccare fisicamente il malintenzionato, non giovanissimo ma di sicuro dotato di una certa stazza in più rispetto al bambino; sette anni e nessuna paura. Ci sono mamma e papà con noi, che cosa ci può succedere?

Ecco infatti che il papà arriva e blocca finalmente a terra il ladro con le sue cattive e inevase intenzioni.

Chesterton sarebbe di sicuro contento e per nulla stupito di questa notizia: la famiglia è il posto più avventuroso, audace e libero che l’uomo possa sperimentare!

 

 

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.