Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La Chiesa cattolica ha già la sua cattedrale di vetro

CRYSTAL CATHEDRAL
Condividi

Una comunità protestante rinasce come Cattedrale cattolica

Il 17 luglio a Garden Grove, nella diocesi di Orange (California, Stati Uniti), l’antica Cattedrale di Cristallo di una comunità protestante entrata in processo di bancarotta è rinata come la cattolica Cattedrale di Cristo.

Il cambiamento non è solo un gioco di parole (da Crystal Cathedral a Christ Cathedral), ma anche la rinascita di un tempio di enormi proporzioni, realizzato con migliaia di metri di vetro per dare gloria a Dio.

Otto anni fa la diocesi di Orange ha acquistato per 57 milioni di dollari l’edificio di vetro, costruito tra il 1977 e il 1980 dall’architetto Philip Johnson. I restauri sono durati due anni, per un costo di 72,3 milioni di dollari.

La Cattedrale di Cristallo è il tempio costruito dal e per il pastore e uno dei primi telepredicatori Robert H. Schuller, noto per il suo programma The Hour of Power (L’Ora del Potere). Ora sarà la sede del vescovo di Orange, Kevin W. Vann.

L’enorme struttura di vetro occupa una superficie di quasi 8.000 metri quadrati, più l’area esterna. L’intero complesso può ospitare fino a 12.000 fedeli.

Ogni fine settimana verranno celebrate Messe in inglese, spagnolo, vietnamita e cinese mandarino.

La diocesi di Orange è una delle più dinamiche e multiculturali della California, oltre che una di quelle con la maggiore crescita negli Stati Uniti, per il costante arrivo di asiatici e ispanici.

Il restauro ha incluso tutte le infrastrutture necessarie alla liturgia cattolica, tra cui altare, crocifisso sospeso sull’altare, cattedra del vescovo, ambone, confessionali, cappella del Santissimo e battistero.

È stato poi aggiunto un mosaico di Nostra Signora di Guadalupe, patrona della diocesi di Orange e di tutte le Americhe, titolo che le ha dato San Giovanni Paolo II.

Reliquie di martiri coreani, vietnamiti, messicani e statunitensi, ma anche di Giovanni Paolo II, sono state poste sull’altar maggiore, e considerando la multiculturalità della diocesi di Orange ci sono ritratti di santi come Kateri Tekakwitha, la prima nativa americana riconosciuta come santa dalla Chiesa cattolica, Elizabeth Ann Seton, prima persona nata negli Stati Uniti a diventare santa, Lorenzo Ruiz, un santo filippino del XVII secolo, e San Óscar Romero.

La diocesi di Orange sta anche per costruire un santuario all’aperto per Nostra Signora di La Vang, un’invocazione mariana vietnamita.

“La bellezza ci aiuta a trovare la presenza di Dio in forme che non riusciamo a riscontrare a livello intellettuale. La pietra, i mosaici, le croci… tutto questo ci aiuta a uscire da dove siamo e a lanciarci verso Dio”, ha detto il vescovo Vann alla rivista Crux in un’intervista.

Con informazioni di The Daily Pilot / Los Angeles Times

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.