Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 13 Maggio |
Santa Giuliana da Norwich
home iconChiesa
line break icon

Il nome di Gesù era davvero quello?

PASSION

20th Century Fox

Daniel R. Esparza - pubblicato il 18/07/19

Emmanuele

Gli angeli si sono sbagliati?

Non necessariamente. C’è una differenza tra “come sarà chiamato” (“Emmanuele”) e il “nome propriamente” (“Gesù”). Per risolvere questo apparente rompicapo, dobbiamo guardare più da vicino il nome Emmanuele e la tradizione biblica.

La prima volta in cui il nome “Emmanuele” appare nella Bibbia è ai capitoli 7 e 8 del Libro di Isaia. A prima vista, in questa occasione il nome non ha alcun significato messianico. Appare semplicemente elencato tra altri nomi, come segno della protezione di Dio sulla Casa di Davide durante un periodo di guerra.

“Isaia disse: «Ora ascoltate, o casa di Davide! È forse poca cosa per voi lo stancare gli uomini,
che volete stancare anche il mio Dio? Perciò il Signore stesso vi darà un segno: Ecco, la giovane concepirà, partorirà un figlio, e lo chiamerà Emmanuele. Egli mangerà panna e miele finché sappia rigettare il male e scegliere il bene»”.

Anche se si discute su cosa volesse dire il profeta, la tradizione rabbinica e alcuni studiosi ritengono che stesse sottolineando il fatto che il nome “Dio con noi” era un gesto di ringraziamento per la protezione di Dio nei tempi difficili. Il Vangelo di Matteo intende questo testo in modo diverso, come profetizzando la venuta del Messia, l’Incarnazione di Dio, letteralmente “Dio con noi”.

Gesù

E allora perché il nome Gesù?

Il nome Yeshua (la forma originale del nome ebraico, essendo una derivazione di Yehoshua) era relativamente popolare nella Giudea dell’epoca di Gesù. Nelle opere di Flavio Giuseppe, storico del I secolo, troviamo almeno 20 persone diverse di nome Iesous. Oltre a questo, non è il primo personaggio a chiamarsi Yeshua (Joshua) nella Bibbia (si ricordi il libro di Giosuè nell’Antico Testamento). Il nome, etimologicamente, significa “Dio salva”, “Yahweh è salvezza”, “Yahvè salva”. Questo è davvero il nome che tutti i Vangeli usano per riferirsi a Gesù.

Ciò vuol dire che Gesù aveva due nomi?

No. Un ebreo dell’epoca di Gesù aveva solo un nome, a volte seguito da “figlio di” e dal nome del padre (è così che Filippo si riferisce a Gesù, “Gesù figlio di Giuseppe di Nazareth”, nel Vangelo di Giovanni) o dalla città natale della persona (come in Marco 10, 47, “Gesù il Nazareno”).

La risposta è che “Emmanuele” sia più un titolo che un nome, esattamente come “Cristo”.

Il testo di Isaia spiega anche che il Messia sarà chiamato “Consigliere ammirabile, Dio potente,
Padre eterno, Principe della pace” (Isaia 9, 5). Geremia dice esplicitamente che il re che regnerà saggiamente sarà chiamato “il Signore è nostra giustizia”. Naturalmente nessuno di questi nomi in sé è reale. Sono attributi che descrivono chi è il Messia. In ebraico, “essere chiamato” e “essere” in genere significano la stessa cosa, e quindi “essere chiamato Emmanuele” significa alla fine che “sarà il Dio che vive con e tra noi”. Per natura è l’Emmanuele, per nome è Gesù, “il nome che è al di sopra di ogni altro nome” (cfr. Filippesi 2, 9).

  • 1
  • 2
Tags:
gesù cristonome
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni