Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Da Levante a Ponente, crescono i primi germogli del Monastero Wi-Fi

BAMBINA, PIANTA, LUCE
Shutterstock
Condividi

Due lettere che raccontano i primi incontri di preghiera e meditazione della parola nati dopo il primo capitolo generale del cosiddetto Monastero Wi-Fi. Un'occasione semplice e coraggiosa per nutrire la nostra vita di laici cristiani assetati di Cristo.

Cominciamo a ricevere notizie di piccoli monasteri che si formano in giro, cioè persone che si incontrano per pregare e per condividere un pezzetto di cammino, per raccontarsi il loro modo di integrare la vita spirituale in quella quotidiana da laici. Qualcosa di non strutturato, che non sappiamo ancora quale forma prenderà.  Lo scopo è sicuramente stare nelle proprie realtà, e vivificare quelle che già ci sono. Però ogni tanto bisogna fare il pieno di energia per la vita spirituale, e mi sembra che a Genova e Levanto si sia fatto il pieno per ripartire. Verso dove ce lo dirà lo Spirito.
Chi vuole unirsi alle liguri è invitato. Chi vuole fare altrettanto nella sua città, cominci. E se ce lo volete raccontare, siamo qua.
MANO, SEME, PIANTARE
Shutterstock

Carissima Costanza,
giovedì sera dalle 19,30 alle 22,30, nella Parrocchia di Nostra Signora delle Grazie e San Gerolamo a Genova, un gruppetto di partecipanti alla Grazia esagerata del 19 gennaio scorso a  Roma, ha voluto riunirsi dalle diverse parrocchie (una decina) per guardarsi un po’ in faccia, mangiare, fare un retro gossip alle tue spalle (da un punto di vista eminentemente biondo) e pregare.  Eravamo una trentina.
Dopo aver banchettato lautamente (e meno male che non era venerdì data l’ampiezza della fantasia culinaria condivisa) ci siamo presentati e ognuno di noi ha raccontato la realtà della propria parrocchia e la propria appartenenza o meno a gruppi o iniziative di preghiera.
Abbiamo cercato di capire se e quanto frequentemente desideriamo vederci e ci confronteremo ancora su questo dopo Pasqua.
E’ emersa una grande eterogeneità della realtà parrocchiale, una fatica grande nel trovare spazi adatti alla nostra necessità di preghiera, in strutture dove spesso imperano i “potentati” e le possessività dei singoli o dei  gruppi, sull’offerta parrocchiale.
Tutti hanno mostrato una immensa gratitudine a te Costanza per il dono che sei, per un esempio imitabile e inimitabile al contempo, per il tuo essere il collante tra un popolo un po’ sperduto e Dio.

In Si salvi chi vuole è racchiuso un patrimonio di pulsante conversione adesia alla realtà e in itinere!
Fieramente ho dato lo scoop che siamo quasi a tiro con la regola/ritmo/lavori in corso del Monastero wifi, sventolando una notevole risma di fogli stampati. Il tempo è volato  e alle 21, ci siamo avviati in chiesa per un binomio da far tremare tutti i diavoli: Adorazione con Rosario meditato guidata dal nostro Parroco, Don Davide, intervallata da semplici canti e voci guida dei partecipanti per la lettura dei brani dei misteri e per condurre il coro delle Ave Marie…
Alla trentina di partecipanti si sono unite altrettante persone della parrocchia che sono venute direttamente in chiesa.
La mascotte era Michelino di un anno e mezzo con mamma Giorgia e papà Luca che ha tenuto compagnia a Gesù pure lui!
Ma la gag, il siparietto del nostro Carlo chierichettone di mezza età, offertosi in aiuto per il turibolo asfissiato da una nuvola soffocante di incenso è stato addirittura mistico!!
La gratitudine è tanta: lo scopo del Monastero wifi di fare pregare in unione spirituale e/o reale si è adempiuto e siamo usciti di chiesa  lasciando la scia… di incenso e di gioia.

Un abbraccio alla più sofisticata piumosa & ghepardata badessa del mondo!

Monica & Giuse

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.