Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Trump e il discorso più pro life mai pronunciato al Campidoglio

TRUMP,STATE OF THE UNION
Mark Wilson | GettyImages North America | AFP
Condividi

Il Presidente vuole proibire il cosiddetto “aborto tardivo” negli Stati Uniti

Che il Presidente degli Stati Uniti osteggi seriamente il sostegno di alcuni membri del Partito Democratico al cosiddetto aborto tardivo non era noto fino a poco tempo fa al governatore (democratico) dello Stato di New York, Andrew Cuomo.

Riunitosi con Trump alla Casa Bianca il mese scorso, Cuomo voleva discutere il limite di 10.000 dollari nella deduzione federale per le imposte statali e locali, che a suo avviso sta allontanando i ricchi dal suo Stato facendo perdere a New York 2.000 milioni di dollari all’anno.

Dopo aver parlato della questione fiscale, però, Trump ha messo in discussione Cuomo e altri democratici per il loro sostegno alla controversa legislazione sull’aborto tardivo introdotta di recente a New York e difesa almeno in parte dal governatore della Virginia.

“Il Presidente ha espresso al governatore Cuomo la sua preoccupazione per il sostegno dei democratici all’aborto tardivo”, si legge in un comunicato successivo alla riunione, diffuso dall’ufficio di comunicazione della Casa Bianca.

Il discorso sullo stato dell’Unione

Nel suo secondo discorso sullo stato dell’Unione, definito da molti osservatori il più pro-vita di quelli pronunciati da quella tribuna, Trump ha difeso la vita e la famiglia e ha attaccato i democratici con delle argomentazioni, non screditandoli.

La linea principale del Presidente USA si può riassumere in questa frase: “Tutti i bambini, nati e non nati, sono fatti a santa immagine di Dio”.

Circa l’aborto tardivo, Trump ha indicato che “i legislatori di New York si sono rallegrati per l’approvazione della legge che permetterebbe di strappare il bambino dall’utero materno fino a pochi istanti prima della nascita. Si tratta di bambini bellissimi che vivono e sentono e che non avranno
mai l’opportunità di condividere il loro amore e i loro sogni con il mondo”.

“Lavoriamo insieme per costruire una cultura che valorizzi la vita innocente”, ha proseguito Trump. “Per difendere la dignità di ogni persona, chiedo al Congresso di approvare una legislazione che proibisca gli aborti tardivi di bambini che possono provare dolore nel ventre materno”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni