Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Cosa significa il nome “Gesù”?

JESUS WOODDEN BLOCK
Condividi

Una breve storia dietro il nome che ha cambiato il mondo per sempre

Nella sua Lettera ai Filippesi, San Paolo scrive: “Nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra, e sotto terra” (2, 10). I cristiani hanno sempre creduto che il nome di Gesù sia potente, ma molti non hanno familiarità con il suo significato. Cosa vuol dire questo nome? Da dove deriva?

In primo luogo, il nome “Gesù” è quello dato divinamente attraverso il messaggio angelico di Gabriele a Maria: “Ecco, tu concepirai e partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù” (Luca 1, 31). Tra tutti i nomi che avrebbe potuto scegliere, Dio ha scelto quello per un motivo.

La Catholic Encyclopedia afferma che “la parola ‘Gesù’ è la versione latina del greco Iesous, a sua volta la traslitterazione dell’ebraico Jeshua, o Giosuè, o ancora Jehoshua, che significa ‘[Dio] è salvezza’”.

Il Catechismo della Chiesa Cattolica aggiunge che “Gesù in ebraico significa: ‘Dio salva’. Al momento dell’Annunciazione, l’angelo Gabriele dice che il suo nome proprio sarà Gesù, nome che esprime ad un tempo la sua identità e la sua missione” (n. 430).

Il nome era popolare nell’Antico Testamento e all’epoca della nascita di Gesù. È strettamente collegato al nome Giosuè. Per questo motivo la figura veterotestamentaria di Giosuè è spesso considerata una prefigurazione di Gesù, che ora guida il popolo di Dio verso la Terra Promessa.

In base ad alcune fonti antiche, “il nome greco è collegato al verbo iasthai, guarire; non sorprende, quindi, che alcuni dei Padri greci collegassero la parola ‘Gesù’ alla stessa radice”.

È un nome potente, che riassume chi era Gesù e cosa è venuto a fare sulla Terra.

Il nome “Gesù” significa che il nome stesso di Dio è presente nella persona di suo Figlio, fatto uomo per la redenzione universale e definitiva dai peccati. È il nome divino che dà salvezza, e quindi possiamo tutti invocare il suo nome, perché Gesù ha unito se stesso a tutti gli uomini mediante la sua Incarnazione, per cui “non vi è altro nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stabilito che possiamo essere salvati” (CCC 432).

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.