Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
For Her

Leopardi alla Madonna: "Tu che sei grande e sicura, abbi pietà di tante miserie"

© Public Domain / Wikipedia

Il messaggio della Santa Casa di Loreto - pubblicato il 19/09/18

Su un colle vicino a Recanati Leopardi meditò l'infinito e lì vicino, a Loreto, l'Infinito ha davvero posto la sua casa. Così al desiderio dell'uomo corrisponde la risposta di Dio.

di Padre Giuseppe Santarelli

Un filo d’oro lega Recanati a Loreto perché, secondo la tradizione, la Santa Casa di Nazareth il 10 dicembre 1294 è stata trasportata nel territorio dell’antico comune medievale di Recanati, prima presso il suo porto, in una località detta “Selva del Laureto” per le piantagioni di lauri (oggi Banderuola), e poi sul colle attuale.


LORETO

Leggi anche:
Il nastro azzurro della Madonna di Loreto: una benedizione per le famiglie che desiderano un figlio (VIDEO)

Loreto, quale centro demico, non esisteva. E’ stato generato dal suo santuario, finalizzato all’accoglienza dei pellegrini. E’ stato osservato che la Vergine si è scelta uno splendido colle per collocarvi la sua Casa nazaretana, perché lì si gode un vasto e luminoso panorama, il quale spazia dai monti al mare, lungo la fuga di verdi colline, attraverso valli ubertose.

SANTUARIO, LORETO, COLLE
Federico | Flickr

E’ il paesaggio cantato con empito lirico da Giacomo Leopardi. Nelle Ricordanze egli scrive:

Che dolci sogni mi spirò la vistadi quel lontano mar, quei monti azzurriche di qua scopro

Nel Passero solitario canta:

Ed erra l’armonia per questa valle.Primavera d’intornobrilla nell’aria e per li campi esulta

Nel canto A Silvia confessa:

Mirava il ciel sereno,le vie dorate e gli ortie quindi il mar da lunge, e quindi il monte. Lingua mortal non dicequel ch’io sentiva in seno

E ancora nella Vita solitariaesclama:

Che lieti colli e spaziosi campim’aprì la vista
COLLI, RECANATI, LEOPARDI
Gianni del Bufalo | Flickr

Il poeta ha cantato anche un colle situato vicino al suo palazzo, detto poi dell’Infinito, con una breve ma intensissima lirica, universalmente ammirata  e imparata a memoria da generazioni di scolari, i quali lo visitano nelle numerose gite, che comprendono quasi sempre una sosta nel vicino santuario della Santa Casa. In tal modo, si verifica un passaggio dal Colle dell’infinito allaCasa dell’Infinito: lì il poeta ha cantato con versi alati l’infinito cosmico, in dimensione più filosofica che religiosa; qui invece si fa memoria ogni giorno, in dimensione teologica, del mistero dell’Infinito che si fa uomo nel grembo della Vergine per la salvezza dell’umanità. Si potrebbe commentare un tale raccordo con questi versi, per navigare sempre sull’onda poetica:

Su di un colle il poeta ha sognato
l’infinito, con cruccio segreto; e su un colle vicino, a Loreto l’Infinito il suo tetto posò.




Leggi anche:
L’arte di essere fragili: a scuola di vita da Leopardi

Non è che il Leopardi non abbia avuto qualche palpito di fede o qualche devota vibrazione d’animo verso la Madonna. E’ sua, infatti, questa trepida invocazione alla Vergine, che si configura come la bozza del tema di una lirica da comporre insieme con altri inni sacri, sull’esempio del Manzoni. Ecco il testo, breve ma toccante:

A Maria. E’ vero che siamo tutti malvagi, ma non ne godiamo, siamo tanti infelici. E’ vero che questa vita e questi mali son brevi e nulli, ma noi pure siam piccoli e ci riescono lunghissimi e insopportabili. Tu, che sei grande e sicura, abbi pietà di tante miserie.

Giovanni Getto, fine critico letterario del secolo XX, così commentava questo scritto:

Sono poche righe, ma di una pienezza e di una sincerità tale da farne una preghiera unica, quale non è dato di trovare facilmente nella letteratura di devozione.

Questa invocazione collega in qualche modo il poeta del “Colle dell’infinito” con la “Casa dell’Infinito” che da giovanetto ha visitato più volte insieme col genitore Monaldo.

per informazioni sulla rivista della Casa di Loreto da cui è tratto l’articolo: santuarioloreto@tin.ithttp://www.santuarioloreto.it

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
loretomadonnapoesia
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni