Aleteia logoAleteia logoAleteia
mercoledì 24 Aprile |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Una casa famiglia irrompe e rivoluziona… un piccolo paese della Romagna!

RELATIONS

WAYHOME studio - Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 22/08/18

E' la trama del film commedia prodotto dalla Comunità Giovanni XXIII. Per realizzarlo è in corso una intensa campagna di crownfunding

Una casa famiglia, un mondo inusuale, sempre ai margini, irrompe nella vita convenzionale di un paesino dell’entroterra romagnolo e ne infrange le regole, rompendo le barriere che dividono le persone. È una commedia, che con leggerezza vuole suscitare una riflessione, stimolare un cambiamento verso un modello di società accogliente, solidale.

Il titolo è ottimistico: “Solo Cose Belle“. Un titolo che condensa la storia del film e dei suoi personaggi che rivelano il mondo da un’altra prospettiva, quella in cui la diversità è bellezza (In Terris, 21 agosto).

La felicità “autentica”

«È dall’incontro con chi viene considerato diverso dalla società che ci si riscopre e si persegue la felicità, quella autentica», spiega il regista Kristian Gianfreda, che da vent’anni lavora nel settore audiovisivo per portare la diversità sullo schermo, dando voce e dignità ai protagonisti dell’esclusione sociale.

La comunità di Don Oreste Benzi

La pellicola è ispirata ad una storia vera! Cioè la vita delle case famiglia della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata a Rimini da Don Oreste Benzi.

Per realizzare il film è partita, intanto, una campagna di raccolta fondi che punta a raccogliere la cifra di 30mila euro.




Leggi anche:
Prostituzione: cosa significa davvero legalizzarla? Don Benzi lo sapeva. Non la si contrasta così

La raccolta fondi

Il crowdfunding prevede anche dei riconoscimenti in relazione all’entità donata. Il budget raccolto verrà ridistribuito per coprire le spese di postproduzione, quella parte del lavoro che segue le riprese di un film e che include il montaggio delle scene, il montaggio audio, color correction, grafiche, sottotitoli e masterizzazione finale.

Il crowdfunding si affianca al contributo di donatori tradizionali: la pellicola oltre ad aver ricevuto il contributo dall’Emilia Romagna Film Commission è sostenuta da numerose cooperative sociali e sponsor tecnici.

Tags:
comunità giovanni XXIIIfilm
Top 10
See More