Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 25 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconChiesa
line break icon

I Sandali di Gesù sono custoditi in una basilica in Germania?

Ciência confirma a Igreja - pubblicato il 18/07/18

“Su entrambi i lati di questa suola artistica ci sono due sandali anch’essi riccamente decorati con placche d’oro, che assomigliano a un ornamento dell’incoronazione degli oggetti della Giudea del I secolo, tempo di Cristo. Da questo punto di vista, tutto sembra puntare a una falsificazione fantasiosa e perfino scioccante dell’VIII secolo”, cattiva arte in cui spiccavano i falsificatori di Costantinopoli.

Leggendo le autentiche della reliquia (documenti che ne garantiscono l’origine), gli specialisti hanno però verificato che non si parla mai dei Sandali di Gesù.

Piuttosto, le “autentiche” dicono solo: “Particulae Sandaliis SS. Salvatoris”, ovvero “Particelle dei Sandali del Santissimo Salvatore”.

In questo modo, è chiaro che solo alcune parti dei sandali di Nostro Signore sono lì, inserite all’interno delle ricchissime calzature dorate.

Per la scienza, però, è insufficiente. Dove sono queste parti non visibili a occhio nudo? Come sapere se sono davvero ciò che si dice che siano?

L’analisi di uno scienziato

È allora intervenuto il docente di Genetica Gérard Lucotte, per studiare con criteri moderni gli oggetti preziosissimi e complicati.

L’esperto ha presentato per la prima volta i suoi risultati nel corso di un colloquio scientifico realizzato nell’aprile 2011ad Argenteuil, città oggi integrata nella zona metropolitana di Parigi.

Il professor Lucotte ha reso noto che l’analisi chimica ha rivelato la presenza di minerali di silicato, inclusi montmorillonite, feldspato, silicato di magnesio e solfato di calcio, tipici del deserto. Anche la presenza di ossido di ferro indicava una regione arida.

“Ancor più rivelatrici”, ha spiegato, “sono le tracce di titanio, elemento relativamente raro. L’abbiamo trovato in questa composizione in un ambiente ricco di ferro noto come ‘Terra Rossa’, principalmente in un luogo sulla Terra: la regione intorno a Gerusalemme”.

Dalle analisi, ha proseguito l’esperto, si deduce chiaramente che sotto i ricami dorati del reliquiario si trovano “particelle autentiche di Gerusalemme”, che nell’VIII secolo erano già venerate come reliquie dei Sandali di Cristo.

In punti perfettamente identificati si trovano parti in cuoio della suola dei sandali con pezzetti di lacci.

Per presentare in modo rappresentativo il valore straordinario di queste reliquie di Gesù, sono state inserite in una calzatura reale dell’epoca carolingia.

Testimonianze storiche

Le testimonianze storiche sono di estrema importanza. Come le molteplici eredità di Sant’Elena (*250 +330), madre dell’imperatore Costantino, che ha portato personalmente dalla Palestina tutti gli oggetti collegati a Gesù verso il 325.

Sant’Elena inviò molte reliquie a Roma, mentre altre rimasero a Costantinopoli.

Un pellegrino inglese del XII secolo lasciò scritto di aver visto in quella capitale, oltre alla Corona di Spine, al mantello e allo strumento della flagellazione, i sandali di Gesù (cfr. Gerhard Kuhnke, “Rome et le linceul – scandale à Turin”, p. 32). I sandali figurano anche nel catalogo del Mesarita.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
gesù cristoreliquie
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
CARLO ACUTIS MIRACOLI EUCARISTICI
VatiVision
Carlo Acutis: il documentario sulla mostra su...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni