Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

7 dolori che hanno segnato la famiglia di Santa Teresina del Bambin Gesù

A santa família de Santa Teresinha do Menino Jesus
Condividi

Ogni famiglia ha la sua croce!

“Nelle famiglie sempre, sempre c’è la croce. Sempre. Perché l’amore di Dio, il Figlio di Dio ci ha aperto anche questa via. Ma nelle famiglie, dopo la croce, c’è anche la risurrezione” – Papa Francesco, Philadelphia, 2015.

Una famiglia la cui vita è stata profondamente segnata dalla Croce è stata quella di Santa Teresina del Bambin Gesù e dei suoi genitori, i santi Zélie e Louis Martin, ma tutti loro hanno trasformato i dolori e le tribolazioni in un cammino di santità.

Ecco sette dolori che hanno segnato la famiglia di Santa Teresina del Bambin Gesù e che possono aiutare e dare speranza a chi sta vivendo situazioni simili:

1. Esigenza estrema

Louis e Zélie erano figli di militari, cristiani dalla fede viva. Zélie crebbe in un ambiente autoritario. Si dice che sua madre fosse una donna dal brutto carattere.

Per questo, in una delle sue lettere la santa affermò che la sua infanzia e la sua giovinezza furono tristi “come un sudario”, e che sua madre “era molto severa; era molto buona, ma non sapeva darmi affetto, e quindi ho sofferto molto”.

2. Rifiutati dalla vita religiosa

Zélie studiò nel collegio interno delle suore dell’Adorazione Perpetua, Louis con i fratelli delle Scuole Cristiane (La Salle). Durante la giovinezza, e prima di conoscersi, Zélie voleva condurre una vita religiosa nel monastero delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli, mentre Louis Martin provava lo stesso desiderio di dedicare la propria vita a Dio e andò nel monastero del Gran San Bernardo. Nessuno dei due, però, venne accettato.

Louis lavorò come orologiaio, Zélie divenne un’imprenditrice di successo. Un giorno, entrambi attraversarono la strada e Zélie rimase colpita vedendo un giovane dalla fisionomia nobile, dall’aspetto riservato e dalle buone maniere. Sentì una voce che diceva: “Questo è l’uomo predestinato per te”. Si conobbero, iniziarono a uscire insieme e tre mesi dopo il loro primo incontro si sposarono.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni