Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Giovanni Battista è nato senza il peccato originale?

ST JOHN THE BAPTIST
El Greco | Public Domain
Condividi

La risposta è direttamente legata alla Visitazione della Beata Vergine Maria a Santa Elisabetta

La liturgia della Chiesa celebra solo tre compleanni in tutto l’anno: quello di Gesù, quello della Vergine Maria e quello di San Giovanni Battista. Molti affermano che una delle ragioni per la scelta di Giovanni è legata a una convinzione popolare per la quale il Battista sarebbe nato senza peccato originale.

È vero?

Tecnicamente parlando, la Chiesa non ha mai proclamato in un documento o una dichiarazione ufficiale che San Giovanni Battista sia nato senza peccato originale. Dall’altro lato, la Chiesa non respinge neanche questa idea.

Il motivo per cui i fedeli credono che sia così è per via della visitazione della Beata Vergine Maria a Santa Elisabetta. L’evangelista Luca dice: “Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino [San Giovanni Battista] le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo” (Luca 1, 41).

Questo, hanno sostenuto molti teologi nel corso dei secoli, implica che se Giovanni è stato concepito con il peccato originale, è stato purificato quando era ancora nel ventre materno ed è nato privo di esso.

La Catholic Encyclopedia riassume questa argomentazione dicendo: “Visto che la presenza di qualsiasi peccato è incompatibile con quella dello Spirito Santo nell’anima, ne deriva che in quel momento Giovanni è stato ripulito dalla macchia del peccato originale”.

Alcuni teologi considerano questo episodio una sorta di “Battesimo”, attraverso il quale, come spiega il Catechismo della Chiesa Cattolica, vengono perdonati tutti i peccati, il peccato originale e tutti i peccati personali, così come la punizione per il peccato.

Per quanto possa essere convincente questa argomentazione, non c’è alcuna dottrina vincolante che dichiari questa idea parte necessaria del credo cattolico. Potrebbe essere, ma i cattolici non sono tenuti a crederlo.

Qualunque sia la realtà della situazione, ciò non mette Giovanni sullo stesso piano della Vergine Maria. Pio IX, in una dichiarazione dogmatica, ha affermato che “la beatissima Vergine Maria fu preservata, per particolare grazia e privilegio di Dio onnipotente, in previsione dei meriti di Gesù Cristo Salvatore del genere umano, immune da ogni macchia di peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento, e ciò deve pertanto essere oggetto di fede certo ed immutabile per tutti i fedeli”.

Gesù e la Vergine Maria restano dunque gli unici due individui ad essere stati concepiti senza la macchia del peccato originale.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni