Aleteia
martedì 20 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Boscardin
Chiesa

Quando si perde il proprio parroco

Pascal Deloche / Godong

David Mills - pubblicato il 19/05/18

Non era il sacerdote che avremmo scelto se qualcuno ce lo avesse chiesto, ma ora che se ne va...

Non amo i cambiamenti, ed ecco che quella domenica davanti a noi c’era un uomo nuovo. La mia prima reazione quando si è presentato è stata pensare che il Diritto canonico proibiva i sacerdoti con i baffi. Mia moglie ed io amavamo molto il nostro parroco. Ci piacevano la sua celebrazione più formale della Messa, la sua predicazione logica e chiaramente dottrinale e il fatto che pensasse sempre che c’era qualcosa che dovevamo ascoltare, che ci piacesse o meno.

Questo tizio nuovo chi era? Cos’era? Cosa avrebbe cambiato di quello che ci piaceva? Sapevamo per certo che non sarebbe stato come padre Mike.

Avevamo ragione. Padre Rich Jones non era padre Mike. Predicava dalla navata e le sue omelie tendevano a divagare. Non era interessanto all’insegnamento come padre Mike. Cantavamo sempre meno inni antichi degli Inni di San Michele, e alla fine il libro degli inni è scomparso dai banchi. Cantavamo più canzoni che mi facevano venire in mente pensieri oscuri sugli anni Settanta. Anche se non era in alcun modo irriverente, padre Rich non era formale come padre Mike quando celebrava la Messa.

Non era il sacerdote che avremmo scelto se qualcuno ce lo avesse chiesto. Sospetto che stavamo reagendo in quel modo perché non si adattava all’episcopalianesimo residuo in noi come aveva fatto padre Mike. Comunque ci sentissimo, sapevamo che St. Joseph’s era la nostra chiesa e lui era il nostro parroco. Ci saremmo adattati.

Dieci anni dopo, l’annuncio che ci avrebbe lasciato entro un mese mi ha provocato un dolore proprio al centro del petto. Mia moglie era stata malata, e quando gliel’ho detto in seguito ha pronunciato l’“Oh” più triste che abbia mai sentito.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
parrocosacerdoti
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Religión en Libertad
Lo jihadista non è riuscito a decapitarmi: “C...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni