Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

“La devozione mariana deve sempre portare a Gesù”, sottolinea un teologo nel mese dedicato a Maria

Condividi

Per l’esperto, il mese di maggio dev’essere dedicato non solo alla devozione nei confronti della Madonna, ma anche alla sua conoscenza

La devozione

Fr. Murad ha anche ribadito la necessità che i cattolici capiscano e tengano sempre a mente cosa sia la devozione a Maria e ai santi. “È sempre positivo comprendere la devozione nei confronti dei santi. Il Concilio Vaticano II, al capitolo 8 della Lumen Gentium [Costituzione Dogmatica sulla Chiesa] – dedicata a Maria –, lo spiega in modo molto chiaro dicendo innanzitutto che Gesù è l’unico mediatore tra Dio e gli uomini, (…) ma che questa unica ed esclusiva mediazione di Gesù è estesa nella comunione dei santi. I santi e le sante collaborano, cooperano a questa mediazione di Gesù, e questo ci distingue”, osserva il teologo.

“In questa comunione dei santi, Maria ha un luogo molto speciale, e il Concilio Vaticano dice che Maria è colei che è più vicina a Gesù e più vicina a noi. Per questo, allora, possiamo pregare Maria, chiederne l’intercessione”, afferma fr. Afonso.

Ricordando Papa San Giovanni Paolo II, padre Rivelino avverte anche della necessità dei fedeli di conoscere la devozione mariana. “Il compianto Papa diceva che i fedeli cristiani hanno bisogno di una buona catechesi di Mariologia per conoscere l’importanza della devozione alla Madonna. È quella frase antica ‘Chiedi alla madre, il figlio risponde’”.

Oltre all’importante figura della Madre di Dio, Maria è caratterizzata dal sacerdote come esempio di umiltà, semplicità, servizio e obbedienza alla voce di Dio. “Abbiamo bisogno di metterci davanti a Lei e di essere come Lei”, ha dichiarato.

Murad ha infine ricordato le parole di Papa Francesco nella sua esortazione Evangelii Gaudium (n. 286): Maria “è la missionaria che si avvicina a noi per accompagnarci nella vita, aprendo i cuori alla fede con il suo affetto materno. Come una vera madre, cammina con noi, combatte con noi, ed effonde incessantemente la vicinanza dell’amore di Dio”.

 

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni