Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 13 Aprile |
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

Ciò che si semina nel fidanzamento si raccoglie poi nel matrimonio

COUPLE

Shutterstock

Orfa Astorga - pubblicato il 08/05/18

Sposarsi è un atto pieno di libertà, e si basa soprattutto sulla conoscenza personale

Raccontato da chi ha festeggiato molto innamorato le sue nozze d’oro.

Di recente sono rimasto vedovo dopo poco più di cinquant’anni di matrimonio. Non sono triste ma grato, e non penso di cadere nellanostalgia.

Mia moglie vive in un’altra dimensione con una realtà più bella di quella che i miei sensi apprezzano oggi, e aspetto solo il felice incontro con lei dopo qualche altro breve e dolce anno qui sulla Terra accanto ai miei cari.

Mia nipote, che recentemente si è fidanzata, è venuta a trovarmi in questi giorni, e il suo motto in queste occasioni è “Caffè, biscotti e una bella chiacchierata”.

Fin da bambina ama fare domande: “Nonno, perché questo è così? E perché quest’altro è in quest’altro modo?”

Questa volta mi ha detto molto seriamente: “Nonno, raccontami di quando tu e la nonna eravate fidanzati”. Guardandomi intensamente ha aggiunto: “Come vi siete innamorati, e come avete mantenuto il vostro amore per tanto tempo?”.

Mi chiedeva di parlarle dell’amore vero e positivo, e ho iniziato a dirle che sua nonna ed io avevamo ovviamente dei difetti quando ci siamo conosciuti. Alcuni sono scomparsi col tempo, altri li abbiamo controllati e altri semplicemente sono sempre stati presenti nella nostra vita.

Abbiamo imparato ad amarci con tutti i nostri difetti, e anche attraverso di essi, perché ci hanno richiesto il contrappeso delle virtù dell’altro per sopportarci e aiutarci.

Le ho anche detto che le nostre caratteristiche fisiche, la nostra intelligenza e la nostra volontà si sono indebolite col tempo, ma che il nostro amore ha continuato a gettare radici sempre più profonde.

Tutto è iniziato durante il fidanzamento, quando i nostri ormoni, le emozioni, i sentimenti e le ragioni contenevano l’essenza del nostro innamoramento. È stata tuttavia la nostra decisione di interiorizzarli ad aver reso possibile l’amore vero.

Con romanticismo ma con i piedi per terra abbiamo seminato in quella tappa ciò che avremmo raccolto durante il nostro matrimonio: amore, purezza, tenerezza, lealtà e tanti altri sentimenti che ci hanno uniti intimamente con un amore per sempre.

E allora non abbiamo avuto bisogno di pensarci tanto per decidere di sposarci, perché contavamo sulla trasparenza del nostro essere personale, che ci dava la certezza che:

  • Potevamo lasciar vedere i nostri difetti e i nostri limiti, senza complessi né artifici.
  • Eravamo illimitatamente liberi.
  • Eravamo decisi ad essere l’uno il bene più grande dell’altro.

Mia nipote mi ascoltava con grande serietà quando le ho detto convinto che il fallimento di tanti matrimoni si potrebbe evitare se si apprezzasse in modo corretto il fatto che sposarsi è un atto pieno di libertà e che si basa su una conoscenza più personale che razionale.

Che una persona non si sposa con un sorriso raggiante o con una bella capigliatura, con un fisico scattante o un’intelligenza brillante, o con questo o quel temperamento… Tutte queste cose di cui la persona dispone sono soggette alla contingenza del momento. Domani chissà…

Ci si sposa con una persona, e questa non viene misurata né dal tempo né dalle circostanze, ed è per questo che l’amore personale non passa mai.

Nel fidanzamento si tratta di aguzzare l’ingegno per intuire l’essere personale unico e irripetibile dell’altro, e non solo per calibrare maggiormente gli aspetti naturali e comuni che possono avere anche tante altre persone.

Per questo prima di sposarsi è molto importante avere tempo sufficiente per conoscere meglio tutto ciò che una persona ha o di cui non dispone. È necessario conoscere la persona com’è.

Ci sono realtà molto diverse che alcuni scoprono prima, altri poco dopo e altri ancora purtroppo troppo tardi o addirittura mai.

Esistono due manifestazioni molto importanti che possono essere un indizio del fatto che il matrimonio può essere una buona opzione:

  • A livello di intelligenza e volontà: la crescita progressiva nelle virtù, soprattutto quelle che si riferiscono all’amicizia mentre i due sono fidanzati.
  • A livello personale: che entrambi permettano di conoscersi a poco a poco come le persone che sono e sono chiamate ad essere se si vive nella verità.

Nel caso in cui questo non succeda, è meglio non sposarsi.

Mia nipote ha abbozzato un sorriso. È una ragazza intelligente e ha concordato su tutto. Spero e prego Dio che abbia incontrato una persona che la merita.

È stato un pomeriggio a base di caffè, biscotti e una bella chiacchierata.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
fidanzamentomatrimonio
Top 10
See More