Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

5 sfide di Quaresima per coppie: potete rinunciare insieme a queste cose?

Condividi

Come costruire un rapporto più forte e gioioso in vista della Pasqua

Visto che in Quaresima si parla spesso di rinunciare a qualcosa, perché quest’anno voi e il vostro coniuge non vi mettete d’accordo per rinunciare insieme a qualcosa per favorire il vostro rapporto? Ogni coppia conosce le piccole cose su cui deve lavorare. Ad esempio, mio marito ed io dovremmo veramente smetterla con la “contabilità”: “La settimana scorsa ho portato i bambini a fare sport cinque volte, ora è il tuo turno…”, o “Non toglierò i piatti dalla lavastoviglie finché anche qualcun altro non avrà fatto la sua parte…”.

La Quaresima è un ottimo momento per concentrarsi su cose più grandi, più difficili. Il periodo quaresimale dovrebbe essere un po’ complicato. Sono le cose difficili che ci fanno riflettere su come possiamo cambiare e sacrificarci per servire gli altri, forse soprattutto il nostro coniuge.

Ecco alcuni settori della vita familiare in cui trovare qualcosa a cui rinunciare come coppia per perseguire un rapporto più forte e gioioso in vista della Pasqua.

1. Negatività

Ricordate i primi appuntamenti? Probabilmente non vi siete mai lamentati con il partner, volendo mostrare sempre il vostro lato positivo, perché è quello che troviamo più attraente nelle altre persone. Man mano che il vostro rapporto è cresciuto e siete diventati più vicini e più a vostro agio, il partner è diventato il bersaglio di ogni sfogo e lamentela.

Gli sposi dovrebbero essere delle casse armoniche l’uno per l’altro, ma non dovreste mai sottovalutare il potere delle parole. La negatività può diventare una dipendenza.

Commenti e gossip negativi possono finire per privarvi delle gioie quotidiane del matrimonio e della vita, secondo CatholicMatch.com. E dopo un po’, le parole iniziano a incarnare chi le pronuncia.

In questo periodo, impegnatevi a comunicare gettando solo una luce positiva sulla vostra giornata, sulle persone che conoscete e sulle notizie che sentite. Non sarà facile! Ovviamente ci saranno cose negative e problemi da tirare in ballo e di cui discutere, ma cercate di parlarne in modo proattivo, con empatia e comprensione. Quando siete positivi sorridete molto di più, e cosa c’è di più attraente?

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.