Aleteia

I bambini litigano? Il marito brontola? Questa dritta di San Benedetto aiuta a mantenere la pace in famiglia

PD / Shutterstock
Condividi
Commenta

Un rimedio che ci fa fare anche parecchie risate

“Non ricambiare le ingiurie e le calunnie, ma piuttosto rispondere con la benevolenza verso i nostri offensori”, ho letto ad alta voce consultando la mia copia della Regola di San Benedetto mentre bevevo il caffè a colazione. “Ragazzi, proviamoci!”, ho detto.

I miei due figli adolescenti hanno fatto un sorrisetto come ogni volta che cito la Regola, scritta nel 540 e ritenuta lo standard della vita monastica. Ne ho presa una copia su raccomandazione di un amico: “Stai tutto il giorno a casa con sette maschi, è un po’ come un monastero, no?

Il mio amico aveva ragione da qualche punto di vista. Il libro è una linea guida per la preghiera, i pasti e i vari compiti ed è utile per qualsiasi gruppo di persone che vive insieme. Avvertimenti relativi a penitenze come il “digiuno severo” non sono ovviamente applicabili ai bambini, ma gemme come questa che ha catturato la mia attenzione ci stanno sicuramente aiutando a mantenere la pace… e anche a farci qualche risata.

E allora come possiamo “non ricambiare le ingiurie e le calunnie, ma piuttosto rispondere con la benevolenza verso i nostri offensori”, cioè rispondere agli insulti con un complimento, come si legge nel capitolo 4 della Regola di San Benedetto?

Non posso rispondere per il monaco che ha scritto questo principio per esporre ciò che si legge in Matteo 5, 44 – “Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori” -, ma mio figlio di 11 anni aveva le sue idee al riguardo. Dopo che ho avanzato questo suggerimento si è rivolto al fratello, che lo accusava di monopolizzare tutto il divano, e con un sorriso mielato ha replicato: “Ehi, mi piacciono davvero le tue cuffiette!

Sì, mio figlio mi stava prendendo in giro e si è guadagnato una bella risata, ma abbiamo comunque finito per fare un bel discorso. Mio marito ha concordato, dicendo: “Fare un complimento a qualcuno che ti sta insultando lo disarmerà”.

Ho dovuto sperimentare questa tattica disarmante proprio con mio marito solo qualche ora dopo.

Gli ospiti che aspettavamo per cena sarebbero arrivati dopo un quarto d’ora, e lui ha deciso di fare la cosa più logica per prepararsi alla loro visita: sostituire le piastrelle nella doccia del bagno del piano di sopra. Ehi, tesoro, gli ospiti non sono mai andati di sopra e sicuramente non vengono per farsi una doccia! Per il mio caro marito, però, era importante per presentare bene la sua casa, e quindi è diventato tutto rosso in viso e mi ha guardato in modo accusatorio brontolando: “Qualcuno ha spostato i miei attrezzi!”

Pagine: 1 2

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni