Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

5 fatti su Satana che potreste non sapere

Condividi

Può predire il futuro? Muove gli oggetti nelle stanze?

Satana e i demoni suoi seguaci sono figure misteriose del regno spirituale che ci tormentano quotidianamente, anche se in genere la loro azione è invisibile all’occhio umano.

La Scrittura ha molto da dirci su Satana e i suoi servitori, e nel corso dei secoli la Chiesa ha approfondito la sua conoscenza di questi esseri spirituali malevoli.

Ecco cinque fatti che aiutano a gettare più luce su queste creature oscure.

1. Cos’era Satana prima della sua caduta nell’oscurità?

Il Catechismo della Chiesa Cattolica afferma che “la Chiesa insegna che all’inizio era un angelo buono, creato da Dio” (CCC, n. 391). È chiamato tradizionalmente Lucifero, o “portatore di luce”, perché era un angelo brillante di luce (cfr. Isaia 14, 12-15).

Oltre a questo, la Chiesa ha varie tradizioni sul tipo di angelo che era Satana. San Tommaso d’Aquino afferma nella sua Summa che “il cherubino è interpretato come ‘pienezza di conoscenza’, mentre ‘serafino’ significa ‘chi è infiammato’ o ‘chi accende il fuoco’. Di conseguenza il cherubino deriva dalla conoscenza, che è compatibile col peccato mortale, mentre il serafino deriva dal calore della carità, che è incompatibile con il peccato mortale. Il primo angelo che ha peccato è quindi chiamato non serafino ma cherubino”.

Ad ogni modo, non ci sono dichiarazioni dogmatiche della Chiesa relative al fatto che Satana fosse un cherubino o un serafino.

2. Satana (o qualsiasi demonio) può predire il futuro?

Il Catechismo dichiara che “la potenza di Satana però non è infinita. Egli non è che una creatura, potente per il fatto di essere puro spirito, ma pur sempre una creatura” (CCC, n. 395).

La risposta breve alla domanda è “No”. Gli angeli caduti (così come quelli buoni) non hanno accesso al futuro a meno che Dio non glielo riveli. Come dice Gesù nel Vangelo di Marco, “quanto però a quel giorno o a quell’ora, nessuno lo sa, né gli angeli nel cielo né il Figlio, eccetto il Padre” (Marco 13, 32).

Dall’altro lato, possono fare predizioni sul futuro basate sull’osservazione. I demoni sono per natura estremamente intelligenti e possono osservare persone ed eventi molto da vicino, intuendo cosa accadrà. Essenzialmente, possono “predire” il futuro con limitata accuratezza, non perché sanno qualcosa di nascosto, ma perché sono in grado di osservare e di offrire una predizione generale come qualsiasi essere umano intelligente.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni