Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Mistero: una statua della Vergine Maria ritrovata intatta in fondo al mare

Condividi

A 6,5 metri di profondità, vicino a una riserva marina del sud del Brasile

Di Natalia Zimbrão

Una statua della Madonna trovata in fondo al mare ha richiamato l’attenzione di chi fa immersioni a Florianópolis, nello Stato brasiliano di Santa Catarina, ma nessuno sa dire ancora chi l’abbia posta là e perché.

L’immagine del Sacro Cuore di Maria, di 40 centimetri, è stata trovata a 6,5 metri di profondità nella riserva biologica dell’Ilha do Arvoredo, e ha avuto grandi ripercussioni nelle reti sociali dopo la diffusione delle fotografie scattate dalla fotografa subacquea Cibele Sanches.

La Sanches ha riferito ad ACI Digital di aver saputo della presenza dell’immagine in mare a marzo, dopo averne viste alcune fotografie. Due mesi fa è riuscita a immergersi sul posto e a fotografare la statuetta della Vergine, in “un luogo molto bello”.

In un reportage recente di una rete televisiva locale, la Sanches ha raccontato questa storia e si è recata sul posto. Le ripercussioni sono state notevoli. Secondo la fotografa, “l’immagine è collocata in un posto protetto”, sotto due pietre, come a formare una grotta naturale.

“È ben poco probabile che sia caduta da un’imbarcazione”, ha sottolineato, spiegando che si tratta di una statua “pesante, che è incastrata nel suo sito”. “Qualcuno l’ha messa lì e si è anche dato parecchio da fare per riuscirci”.

Per esprimere la curiosità e il mistero che suscita la presenza dell’immagine sul fondo del mare, la Sanches ha citato una frase pronunciata da un suo amico: “È una cosa che non raccontano neanche i pesci”.

La fotografa, che dice di non essere cattolica ma religiosa sì, ha affermato che “in base alle convinzioni di ogni persona” alcuni possono sentirsi protetti dalla Vergine Maria sul fondo del mare grazie alla presenza di quella statua.

“Il comandante dell’imbarcazione sulla quale viaggiavamo è molto cattolico e gli ho detto: ‘Vado lì a ringraziare ancora un po””, ha aggiunto.

Riserva biologica

La Ilha do Arvoredo è una delle poche riserve marine biologiche del Brasile dagli anni Novanta del Novecento, quando l’allora Presidente José Sarney ha firmato il relativo decreto.

Il punto in cui è stata trovata la statua della Vergine Maria è fuori dall’unità di conservazione permanente, ma il responsabile dell’ICMBio, Ricardo Castelli Vieira, ha spiegato al sito Diário Catarinense che per collocare qualsiasi tipo di materiale sul fondo del mare serve l’autorizzazione della Marina brasiliana.

Cibele Sanches ha anche avvertito dell’importanza di preservare l’ambiente, “anche se la statua lì è molto bella”.

“Bisogna dire alle persone che non devono collocare cose sul fondo del mare perché altri non facciano lo stesso. Esistono altri modi di manifestare la fede e il rispetto, e sono certa che lo apprezzerà anche la Madonna”, ha dichiarato, auspicando che “Ella protegga il mare”.

Immagini subacquee

Anche in altre parti del mondo ci sono statue della Vergine Maria sul fondo del mare. È il caso di una di 14 metri collocata a circa 24 metri di profondità vicino alla spiaggia di Bien Unido, nella provincia di Bohol, nelle Filippine, nel 2010.

Le autorità hanno pensato che collocando la statua sul fondo del mare avrebbero scoraggiato la pesca illegale nella zona, danneggiata dall’uso di dinamite e cianuro. Hanno anche affermato che i subacquei avrebbero potuto “pregare sott’acqua, per avere un momento di riflessione più profonda di quella che si sperimenta normalmente, ed esprimere la propria gratitudine (a Dio) perché li porta in salvo in tutte le loro avventure di immersione”.

A Malaga, in Spagna, una statua di Nostra Signora del Carmelo è stata collocata sul fondo del mare e tutti gli anni viene tirata fuori da un gruppo di subacquei e portata in processione in occasione della festa di questa devozione mariana.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni