Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 12 Giugno |
Cuore Immacolato
home iconFor Her
line break icon

Abbracci per superare la morte o per esserne strappati

MEXICO EARTHQUAKE

AFP PHOTO I PEDRO PARDO

Leobardo Lopez, the son of Maria Ortiz - who survived the earthquake in Mexico City but died before the rescuers could get to her - hugs another family member after his mother's body was recovered in Mexico City on September 22, 2017, three days after the powerful quake that hit central Mexico. A powerful 7.1 earthquake shook Mexico City on Tuesday, causing panic among the megalopolis' 20 million inhabitants on the 32nd anniversary of a devastating 1985 quake. / AFP PHOTO / Pedro Pardo

Paola Belletti - Aleteia Italia - pubblicato il 26/09/17

L’abbraccio amoroso, l’abbraccio fraterno, l’abbraccio tra padre e figlio. L’abbraccio di due esseri umani travolti dalla stessa tragedia, come quei nostri poveri fratelli messicani, colpiti dal sisma del 19 settembre e dalle successive scosse, seppelliti da interi palazzi. Crollati come biscotti impilati a colazione, per un pugno sul tavolo; quando la terra trema dalle sue  incadescenti profondità i nostri palazzi sembrano ancora più friabili…

Da quelle macerie, dai calcinacci, dalla terra, la polvere, le cose scompaginate e confuse, strappate agli appartamenti dove facevano da contorno alle vite normali di chissà quante famiglie, stanno emergendo i i superstiti (chissà fino a quando il gerundio non sarà illogico!).

Abbracci tra feriti, tra parenti e sconosciuti; tra soccorritori e soccorsi, suffissi diversi per un nonnulla della sorte, nello stesso destino che appare feroce e gigantesco, quando schiaccia insieme tanti di noi, tanti che diventano improvvisamente uguali. Lo siamo per davvero, uguali. Rinunciamo ora ad inoltrarci nel cammino impervio, eppure necessario, della natura che soffre e patisce lei pure le conseguenze del male.

E che porta avanti nella storia dell’uomo caduto, ma salvato dalla Grazia, secondo il mansionario dell’Onnipotente, il suo sporco mestiere di memento mori. Semper. Sì, cari fratelli, ce lo ricordiamo che dobbiamo morire. Ricordiamoci anche come è bello vivere, qua. E come andremo a vivere, ma sarà più un cantare e ridere,  dopo sorella nostra morte corporale.

  • 1
  • 2
Tags:
eternitàterremoto
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Gelsomino Del Guercio
Strano cerchio bianco sulla testa del Papa. Il video diventa vira...
3
Histórias com Valor
Bambino uscito dal coma: ho visto la mia sorellina abortita
4
Claudio De Castro
Sono andato a Messa distratto, e Gesù mi ha dato una grande lezio...
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni