Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 28 Gennaio |
San Tommaso d'Aquino
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

«Che storia! Sei cattolico però pure simpatico!»

web3-man-friends-talk-smile-mavo-shutterstock

mavo/Shutterstock

Louis Charles - pubblicato il 29/07/17

Trionfalismo ieri, farisaismo oggi?

Senza contare che fin d’ora dovremmo pensare bene a dare l’esempio ai nostri discendenti col domandare perdono per i peccati dei nostri padri, così che questi, un domani, siano portati a domandare perdono per i peccati che noi avremo commesso, vale a dire… per quelli che stiamo commettendo attualmente.

Certo, la nostra tendenza non si orienta più al trionfalismo e all’intolleranza. Ma la nostra tentazione attuale non sarebbe piuttosto il farisaismo? La tentazione di voler mutilare il Vangelo per adattarlo alla nostra taglia ed evitare di ascoltare quegli appelli alla conversione che implicherebbero il rimettere in questione la nostra civiltà e il nostro stile di vita?

Penso soprattutto alla tendenza, in certe categorie socio-professionali chiamate “superiori” dai sociologi (le famose CSP+) a ridurre le esigenze del Vangelo a delle questioni di morale privata (rifiuto dell’aborto, del matrimonio omosessuale, della PMA-GPA) per meglio occultare le questioni di morale sociale.

Detto altrimenti, si marcia contro la Legge Taubira in nome della difesa della famiglia ma non contro le leggi che sistematizzano lo sfruttamento economico dei salariati e distruggono la possibilità stessa di una vita di famiglia (la legge sul lavoro domenicale, o Legge El Khomry).

In certe famiglie cattoliche è permanente la tentazione di insistere esclusivamente su questioni che non rimettono in discussione l’ordine economico e sociale di cui i loro membri sono i primi beneficiari… e i beneficiari sempre più esclusivi.

Per esempio, quando durante la riunione di famiglia zio Hubert, che lavora alla Total, spiega di rimando a una tua constatazione che l’Africa non è matura per la democrazia all’occidentale, e che i dittatori con i quali fa affari in loco sono ingiustamente vilipesi da una stampa francese accecata dal politically correct.

Allo stesso modo, quando tuo cugino Xavier, che compra e vende azioni a Londra – lavora nella finanza – spiega con entusiasmo che l’Inghilterra ha saputo rinnovare la propria crescita, contrariamente alla Francia e alle sue rigidità arcaiche (protezione sociale, sistema pensionistico, sanità pubblica…): chi ribatterà ricordandogli la dottrina sociale della Chiesa e le messe in guardia di Gesù sull’amore per il denaro?

E quale bruto dal cuore di pietra potrà opporre qualcosa alla Ségolène nazionale [Ségolène Royal, N.d.T.], Direttrice delle Risorse Umane di Saint Frusquin – fiore all’occhiello della Francia – che racconta sempre con grande pathos le sue notti bianche quando, il giorno dopo, deve annunciare a dei salariati il loro licenziamento al fine che l’impresa resti competitiva di fronte alla concorrenza internazionale e continui a fare i suoi profitti?

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
cattolicesimodialogo tra credenti e non credentitestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni