Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Confessioni del demonio a un sacerdote

Public Domain
Condividi

“Il Battesimo e la Confessione sono la cosa peggiore per noi”. Caso vero di un esorcismo in cui il demonio è stato costretto a parlare.

Quando vi riunite, anche noi appariamo in gran numero e facciamo di tutto perché la riunione non abbia effetto, perché sia monotona, perché non ci sia vita…. Ma quando qualcuno dice “In nome di Colui che è in cielo” e fa così, così e così (segno della croce), allora dobbiamo fuggire, fuggire nello stesso istante, possiamo solo guardare da lontano, osservate ciò che fate. Vedete, così trema l’inferno, quando viene un ordine di Colui che sta lassù. Dobbiamo fuggire (mentre il demonio diceva questo ha prodotto nella persona un tremore che non si può imitare e il suo volto si è coperto di peli. Era orribile a vedersi…) Poi ha detto: potete conquistare l’anima dei più grandi, basa fare così e così (segno della croce). Quando avete molta fede noi dobbiamo allontanarci. Così potreste guadagnare molte anime e per noi sarebbe tutto perduto.

Quando tutti voi fate così e così dobbiamo tacere. Perché hai iniziato tutto questo? Perché mi interroghi? (Al sacerdote) So che non volevi farlo, volevamo tormentarti, vero? Ma è Colui che sta lassù che ti ha ispirato e ti aiuta. Oh! Ti tormenteremo molto, ma finché conserverai la fede vincerai.

In quel momento il sacerdote ha detto al demonio: “Sì, in nome di Gesù dobbiamo lottare”.

Il demonio ha risposto: “Sì, e tu sai come si pronuncia questo nome? Guarda qui, si deve pronunciare così (la persona si è inginocchiata a terra e l’ha detto), così si deve pronunciare questo nome, perché senza devozione e rispetto non si deve pronunciare, non si deve disonorare il nome…”

Con questo il demonio ha taciuto e la persona è tornata in sé, riprendendo il dominio sui suoi sensi. Il sacerdote ha voluto dare una spiegazione ad altre persone che erano presenti, ma il demonio è tornato e ha continuato a parlare. Devo dire ancora qualcosa… L’Angelo ha ordinato così.

Dovete sforzarvi e vivere sempre uniti, uniti, uniti, uniti, avete sentito? U n i t i… L’uno deve vivere per l’altro, l’uno deve lavorare per l’altro, devono comunicare, parlare delle proprie esperienze, essere famiglia. Dovete aiutarvi, l’uno deve aiutare l’altro, così tutto l’inferno non potrà niente contro di voi, niente, niente, perché quando conquistiamo uno di voi viene l’altro, ci manda via e se fosse solo uno di voi a ricordarsi di fare così, così e così allora avremmo la speranza di vincerli, ma dove più di uno, due, tre lo fanno (il segno della croce), lì non possiamo far niente… E se avessimo conquistato tutti e ci fosse uno che fa così (il segno della croce), allora questo ci manderebbe via…

Dovrete sopportare, soffrire e lottare molto, ma finché sarete uniti vincerete. Lotterete, lotterete, non sapete quanto vantaggio avete… Devo parlare, parlare… Sì, così conquistate molte anime. Non avete solo vantaggio per la vostra vita, ma anche per la vostra morte, perché nell’ora della morte nessuno di noi potrà avvicinarsi a voi se continuerete a lottare e a soffrire così.

In questo tempo dovete conquistare molti fratelli; sì, in poco tempo sarete numerosi. Non saranno i grandi a seguirvi, ma solo i piccoli, come il più alto inizio delle cose di fede con piccoli, impotenti, così Egli porterà tutto a buon fine per i piccoli. Noi prepareremo ancora molte trappole per voi, ma quando invocate la Grande Donna deve intercedere per voi.

Tenete stretti anche quei propositi che avete fatto sui santi Angeli. Allora sarete vittoriosi. Vedete quello che il più “Alto” fa per voi. Egli ordina al demonio di dire tutta la verità. Ordina al demonio di farvi un’omelia e ancora non gli credete… Che cosa è questa, devo parlare di quello che mi provoca tanto pregiudizio, devo rivelare tutto contro la mia volontà. Ahimé, ahimé, non ci sono più speranze per me, nessuna speranza, siamo tutti perduti.

L’esorcista dice che nessuno può credere quanto fosse terribile sentire tutte quelle cose, vedere la disperazione del demonio, quei tratti orribili, quel volto sfigurato della persona, e le grida di angoscia che riecheggiavano, le lamentele e le afflizioni dopo la furia e i colpi che hanno trapassato l’anima e il corpo, penetrando fin nel midollo delle ossa.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Pagine: 1 2 3 4 5

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.