Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Confessioni del demonio a un sacerdote

Public Domain
Condividi

“Il Battesimo e la Confessione sono la cosa peggiore per noi”. Caso vero di un esorcismo in cui il demonio è stato costretto a parlare.

Nella Chiesa – durante la predica facciamo così: ci curiamo del fatto che il sacerdote pronunci un’omelia moderna… Con chi ascolta facciamo così, ai grandi diciamo: “Cosa, ascoltate l’omelia??? Già sapete tutto – sapete tutto, meglio del sacerdote… E non è proprio così come dice il predicatore…” Con il popolo semplice facciamo così: Quando gli uomini ascoltano l’omelia con umiltà e quando sono pronti a capire tutto sarebbe per loro di grande vantaggio e per noi sarebbe pregiudizievole… Non capite nemmeno che danno sia per noi una buona omelia… Huiiii. Devo parlare, parlare.

Quando gli uomini si riuniscono per adorare “Quello che sta lassù”, allora anche gli angeli si riuniscono e si rallegrano, ma noi non possiamo arrivare vicino – angeli, angeli…. Ma quando gli uomini si riuniscono per noi, in nostro nome, allora ci rallegriamo quando criticano, criticano… ci rallegriamo, ma gli angeli si allontanano… Devi sapere che ogni uomo è stato un angelo, sì, un angelo… L’angelo è sempre a destra, noi a sinistra, sempre al fianco… L’angelo vuole portare l’uomo sulla via del bene, ma noi lo tentiamo, conquistiamo… Quando riusciamo a conquistare l’uomo, allora l’angelo esce, ma poi torna – fa di tutto per riportare l’uomo sulla retta via. Angelo, angelo… E quando l’uomo sta sulla retta via accetta il consiglio dell’angelo, e allora l’angelo ci manda via e noi abbiamo molta paura di lui… Ma nonostante questo non desistiamo subito, circondiamo l’uomo e cerchiamo di gettare le nostre reti su di lui… Ma la Grande Donna ci fa un gran danno. Anche noi facciamo la nostra riunione, siamo molto numerosi.

Devi sapere che sappiamo anche pensare come voi e chi di noi dà l’opinione migliore – questa accettiamo. Quando gli uomini si riuniscono e non pregano e non hanno fede, allora il guadagno è sempre nostro. Ma quando iniziano a riunirsi con Dio, allora l’opera è di Dio.

Il Battesimo e la Confessione sono per noi la cosa peggiore. Prima del Battesimo abbiamo molto potere sulle anime, ma nel Battesimo queste ci vengono strappate dalle mani. Peggio ancora è la Confessione, perché là non abbiamo più tutto nelle nostre mani, nelle nostre grinfie, e per una buona confessione è tutto perduto, tutto ci viene strappato… Ma noi ispiriamo gli uomini dicendo: “Cosa? Vuoi confessarti? Cosa vuoi dire a un semplice uomo, a un uomo come te? È uguale a te…” O ispiriamo tanta vergogna che non è più capace di parlare... Ma quando l’uomo vince la vergogna allora è perso per noi…. Inizia l’orrore per noi…

Quando l’uomo è sul letto di morte siamo presenti, sono sempre molti di noi a venire… Allora gli mostriamo i suoi innumerevoli peccati, mostriamo tutto il tempo che ha sprecato in sciocchezze, parliamo della giustizia di Dio, della severità di Colui che sta lassù – facciamo di tutto per confonderlo e perché abbia paura, orrore… e lui non ha il coraggio di pentirsi… e poi piangiamo e gli gridiamo di non ascoltare quello che dicono gli altri. Ma quando vedono la Grande Donna – in un istante dobbiamo scomparire. Lei viene e si prende cura di suo figlio. L’uomo è alleviato, Lei prende la sua anima e la porta in Cielo. E in Cielo ci sono molta gioia e molta festa… Quando portiamo un’anima all’inferno, anche i diavoli fanno festa. Nel momento in cui l’anima si separa dal corpo viene giudicata. Non sapete e non potete immaginare come sia – noi lo sappiamo molto bene, ma per voi questo è incomprensibile… Devo parlare, devo parlare…

Devo raccontare il nostro caso. È stata la vanità a portarci a questo stadio, è stata la vanità a strapparci dal cielo… Huuuuu! Non esiste alcun uomo su questa terra che non sia già stato attaccato dalla vanità. Gli uomini sono così: quando fanno qualcosa di buono vogliono che tutti gli uomini lo sappiano e lo vedano… Non riconoscono che quello che fanno è Opera dell’Altissimo. Devo parlare, devo raccontarvi le gioie del Cielo. Huuuu! Per noi non c’è più speranza! Eternamente senza speranza! La gioia più grande del Cielo è contemplare il volto di Dio. Ascolta, ascolta bene (dice, arrivando vicino al sacerdote), ascolta quello che dico: se potessi solo per un po’ di tempo contemplare quel volto, accetterei di passare per tutti i tormenti che esistono (questo è stato detto con tanto dolore che le parole mi sono penetrate nel corpo e nell’anima, ho rabbrividito, ha detto il sacerdote).

Devo parlare, devo raccontare dei nostri tormenti. Gli uomini pensano che sia il fuoco a tormentarci. Sì, sì, è fuoco, fuoco, ma un fuoco di vendetta.

Pagine: 1 2 3 4 5

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.