Aleteia

Confessioni del demonio a un sacerdote

Public Domain
Condividi
Commenta

“Il Battesimo e la Confessione sono la cosa peggiore per noi”. Caso vero di un esorcismo in cui il demonio è stato costretto a parlare.

Questi estratti sono parte di un discorso di tre ore che il demonio ha fatto attraverso la persona di M.A.W., di Bondorf (Foresta Nera, Germania) nel 1910. Il demonio ha ripetuto le cose varie volte, e quindi è stato facile riuscire ad annotare tutto. Diciassette persone hanno assistito alla scena e sono rimaste senza parole, e con la loro firma tutto è stato esaminato e approvato. Tutto ciò prova il grande potere dello spirito delle tenebre.

DEMONIO: – Devo parlare, devo parlare…

ESORCISTA: – Dì solo quello che Dio ti ha ordinato di dire. Non dire quello che Dio ti ha ordinato di non rivelare, sul resto taci! (Il sacerdote ha ripetuto molte volte queste parole)

DEMONIO: – Devo parlare. Quello che sta lì di sopra mi ha ordinato di raccontarti (tutto), come inganniamo gli uomini, come seduciamo gli uomini di quest’epoca. Noi ispiriamo gli uomini. Diciamo agli uomini: “Non è così come dicono i vecchi, come insegnano e come credono. Sciocchezze, tutte sciocchezze! La vera religione non è quella di cui parlano i vecchi. Voi dovete sentire solo quello che dice la ragione. La gente non ha bisogno di credere in quello che non può comprendere, non ha bisogno di crederci, non ne ha bisogno”. Quando parliamo così la persona si allontana dalla vera religione, si allontana dalla rivelazione e si crea una religione propria. Ha, ha… e allora è facile instillare il pensiero: “Dio non esiste, Dio è morto, è morto, l’esistenza di Dio è una convinzione da vecchietta”.

Quello che ispiriamo di più agli uomini è questo: la libertà è tutto, tutto – unire denaro, ricchezze, piaceri, allegria, godersi la vita qui in terra. Libertà! Fare ciò che voglio. Libertà. Ha, haaaa…

Pagine: 1 2 3 4 5

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni