Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 15 Gennaio |
San Cleopa
home iconChiesa
line break icon

La sorprendente connessione tra la Madonna di Fatima e l'islam

MADONNA; FATIMA;ISLAM;

Wisam Sami | AFP

Philip Kosloski - pubblicato il 10/05/17

"Dio nei segni che ci manda ha attenzione per ogni più piccolo dettaglio"

Mentre ci avviciniamo al centenario delle apparizioni di Nostra Signora di Fatima, un aspetto che spesso resta inosservato è la sottile connessione con l’Islam. La Beata Vergine Maria apparve ai tre pastorelli nei pressi della città di Fatima, in Portogallo, un luogo chiamato in onore sia di una principessa musulmana che della figlia di Mohammed.

Durante il 12esimo secolo, in Spagna e Portogallo gli eserciti cristiani cercavano di riconquistare le città occupate dalle forze musulmane. In questo periodo un cavaliere chiamato Gonçalo Hermigues, insieme ai suoi compagni, catturò una principessa musulmana di nome Fatima. Si racconta che dopo la sua cattura, Fatima si sia innamorata di Gonçalo e che i due si siano fidanzati subito. Prima del matrimonio Fatima fu battezzata nella fede cattolica e prese il nome di Oureana. Si dice che le città portoghesi di Fatima e Ourém siano chiamate in onore questa principessa musulmana.

La cosa interessante è che alla principessa musulmana sia stato dato il nome di una delle figlie di Mohammed, Fatimah bint Muhammad, una donna altamente venerata nell’Islam. Le fu dato il titolo di al-Zahra, “colei che brilla”, e Mohammed una volta disse di lei: “Tu sarai la più benedetta di tutte le donne del Paradiso, dopo Maria” (sebbene i musulmani non credano alla verginità di Maria come i cattolici, nutrono comunque per lei un profondo rispetto).

Secondo Padre Miguel Angel Ayuso, segretario del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, questa connessione può essere una porta per il dialogo. In una riunione congiunta di preghiera del 2014, ha osservato che “la Chiesa cattolica riconosce che i musulmani onorino la madre Vergine di Gesù, Maria, e che la invochino con devozione… Maria è menzionata diverse volte nel Corano. Il rispetto nei suoi confronti è così evidente che quando viene menzionata nell’islam, si suole aggiungere “Alayha l-salam” (“Pace su di lei”)… Maria, modello sia per i musulmani che per i cristiani, è anche un modello di dialogo”.




Leggi anche:
Le origini cristiane dell’Islam

Il venerabile Fulton Sheen propone un’interessante connessione tra la devozione musulmana per Maria e per la figlia di Mohammed, e l’apparizione di Nostra Signora a Fatima.

“Questo ci porta al nostro secondo punto, cioè il motivo per cui la Beata Madre, in questo ventesimo secolo, abbia dovuto rivelarsi in questo insignificante piccolo villaggio, in modo che tutte le generazioni future la ricordassero come “Nostra Signora di Fatima”. “Siccome Dio nei segni che ci manda ha attenzione per ogni più piccolo dettaglio, credo che questa scelta significhi che Dio abbia voluto mandare un segno di speranza anche ai musulmani. E per garantire che anche loro, che mostrano così tanto rispetto a Maria, un giorno accetteranno anche il suo Divino Figlio”.

Sorprendentemente, oltre ad essere meta dei pellegrini cristiani, il santuario di Fátima attira anche moltissimi musulmani. Vi si recano per vedere il luogo in cui la Vergine Maria apparve, in una città chiamata in onore di una delle donne che più venerano.

In definitiva, a Fatima la Beata Vergine Maria ha chiamato i cristiani a pregare per la pace nel mondo. In un’epoca in cui la violenza è così spesso commessa in nome dell’islam, quanto più dobbiamo ricorrere alla Madonna di Fatima! Continuiamo ad operare per la pace nel mondo e volgiamo il nostro sguardo alla Madonna affinché sia un ponte tra musulmani e cristiani, chiedendole di porre fine all’odio che ha causato tanta violenza in tutto il mondo.

[Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
fatimafulton sheenislam
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Semplici scatti
Puoi chiamarle coincidenze ma sono carezze di...
Gelsomino Del Guercio
Etiopia, strage di cristiani nel Tigrai: dife...
SALVE REGINA
José Miguel Carrera
Un Salve Regina come non lo avete mai visto
Silvia Lucchetti
Silvia e Andrea: il nostro matrimonio stava c...
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo sp...
FRA BENIGNO ESORCISTA
Chiara Ippolito
Il più commovente caso di liberazione: quando...
COVID
Gelsomino Del Guercio
Il prete: benedivo senza olio i malati gravi,...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni